Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:18
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Gualtieri pronto a calare gli assi: il duo D’Amato-Conte scende in campo a Roma

Immagine di copertina

Michetti è avvertito: a favore di Gualtieri è pronta a scendere in campo la cavalleria, il popolarissimo assessore alla Sanità Alessio D’Amato. Che in cambio potrebbe diventare assessore per il Giubileo. Ma c’è di più: Letta e Conte (si, il neo leader grillino) sono pronti a partecipare a una grande manifestazione pro-Gualtieri durante il ballottaggio. E a settembre partirà la campagna per il “voto utile” per “annullare” Calenda. Ma andiamo con ordine.

Da alcune settimane dalle parti del Comitato Gualtieri si respira molta più fiducia e ottimismo rispetto all’inizio della corsa. Ed il perché è subito chiaro. Nella compulsa osservazione dei sondaggi più o meno riservati fatti ogni giorno dagli esperti Pd emergono alcuni dati chiari: la corsa di Calenda a sinistra si è fermata, ed anzi l’ex ministro inizia a restituire il voto preso all’inizio, quando ancora non c’era nessun candidato del Partito Democratico. Michetti stenta a decollare mentre la Raggi (anche sulla vicenda del ritiro di Roma dalla corsa Olimpiadi ) dimostra tutta la propria debolezza.

“Sarà dura, ma al ballottaggio con Michetti ce la faremo”, dicono fiduciosi dalle parti di Gualtieri. Aggiungendo una postilla. “Calenda arriverà quarto, e a settembre partiremo con la campagna del voto utile. Perché ogni voto dato a Calenda è un voto tolto a Gualtieri e quindi è un voto che può portare la Raggi al ballottaggio. La verità è che chi vota Calenda favorisce la Raggi”. D’altronde che Gualtieri avrebbe potuto vincere c’ha sempre creduto, Nicola Zingaretti. Quando la sua candidatura tramontò, per le liti interne nei 5Stelle, l’ex segretario Pd rincuorò tutti. “Gualtieri vincerà”. Ora, dopo la paura delle prime settimane, al Comitato Gualtieri sono arrivati molti esponenti del mondo zingarettiano a sostenere Gualtieri. E al ballottaggio con Michetti, questa si che è la notizia, non si esclude una grande manifestazione con Letta e Conte (sì, proprio lui). Per spingere Gualtieri.

Un fatto naturale, visto che in Italia a fare da apripista in una giunta Pd – 5Stelle fu proprio Zingaretti nella sua amministrazione regionale. Con un colpo ad effetto: durante il ballottaggio, a favore di Gualtieri, potrebbe scendere in campo il popolarissimo assessore alla Sanità Alessio D’Amato. Mai tanto evocato come in questo momento. L’uomo del miracolo del Lazio dei vaccini. Ecco, D’Amato – con l’ok di Zingaretti – potrebbe fare campagna per Gualtieri e magari avere un posto di rilievo nella nuova squadra del Campidoglio. Assessore al Giubileo? Chissà, è ancora presto per dirlo. Ma l’asso D’Amato sta per essere calato. “E così non ce ne sarà più per nessuno”, commentano soddisfatti dal Comitato Gualtieri.

Ti potrebbe interessare
Politica / Matrimonio egualitario, ius scholae, fine vita: cosa prevede il programma del Pd
Opinioni / Letta ha chiuso ai 5S perché temeva la figura di Conte (di M. Tarantino)
Opinioni / Quel Movimento, per come lo abbiamo conosciuto, non esiste più (di M. Contigiani)
Ti potrebbe interessare
Politica / Matrimonio egualitario, ius scholae, fine vita: cosa prevede il programma del Pd
Opinioni / Letta ha chiuso ai 5S perché temeva la figura di Conte (di M. Tarantino)
Opinioni / Quel Movimento, per come lo abbiamo conosciuto, non esiste più (di M. Contigiani)
Economia / Al via i nuovi congedi parentali, da oggi le novità: dieci giorni obbligatori per i papà
Politica / Il centrodestra punta a una vittoria netta alle elezioni per prendersi anche il Quirinale
Politica / Zaia: "L’omosessualità non è una malattia, l’omofobia sì. Basta tabù sui diritti"
Politica / Elezioni, Adinolfi a Tpi: “Letta e Meloni sono come Sandra e Raimondo, litigano ma sono uguali”
Politica / L’aspirante candidata leghista alle politiche: “Le donne di sinistra? Scorbutiche, aggressive e acide”
Politica / Liliana Segre a Giorgia Meloni: “Tolga la fiamma dal simbolo del suo partito”
Politica / Di Maio: “Gli steward dello stadio San Paolo sono i miei eroi”