Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:20
Pirelli Summer Promo
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Cingolani: “Embargo a gas russo è questione anche etica. Italia indipendente in 18 mesi”

Immagine di copertina
Credit: EPA/FILIPPO ATTILI

“Secondo me a breve dovremmo interrompere, per una questione anche etica, la fornitura di gas dalla Russia. Con l’energia diamo quasi un miliardo di euro al giorno a Mosca, stiamo indirettamente finanziando la guerra”. Lo afferma il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, in un’intervista sul quotidiano La Stampa, precisando comunque che, “entro il secondo semestre dell’anno prossimo, potremo cominciare veramente ad avere una quasi totale indipendenza”.

S&D

“Prevediamo di arrivare a circa due terzi di quello che ci serve già nelle prossime settimane”, aggiunge. La strategia è quella di sostituire i 29 miliardi di metri cubi di gas russo “con altrettanto gas che però deve essere prodotto da Paesi che si trovano in continenti diversi”. Ma “rispetto a tutti gli altri Paesi europei – prosegue – noi abbiamo il vantaggio di avere cinque gasdotti che ci collegano a nord, a sud e a est. Ovviamente, stiamo potenziando le rotte da sud e da est”.

Cingolani ritiene che l’embargo del gas russo possa costituire un grave problema per l’Italia, ma che non è detto corrisponda ad un disastro economico. “Sarebbe un problema importante, però teniamo conto che stiamo parlando sostanzialmente del 40% del nostro gas in meno, che a sua volta è il 36% di tutta l’energia primaria” ha affermato. “Io credo che anche guardando le analisi macroeconomiche ci possa essere un impatto forte, però su questo c’è ancora un po’ un dibattito, c’è chi dice che sia molto forte e c’è chi dice che sia meno grave di quanto si possa temere” ha continuato il ministro.

Ti potrebbe interessare
Politica / “Lei è ebrea?” e scoppia la polemica sul giornalista Rai per la domanda rivolta alla senatrice Ester Mieli di FdI
Politica / Il Parlamento europeo approva le prime norme dell’Ue contro la violenza sulle donne
Opinioni / Nel Governo di Giorgia Meloni ci sono gli stessi disvalori del Fascismo
Ti potrebbe interessare
Politica / “Lei è ebrea?” e scoppia la polemica sul giornalista Rai per la domanda rivolta alla senatrice Ester Mieli di FdI
Politica / Il Parlamento europeo approva le prime norme dell’Ue contro la violenza sulle donne
Opinioni / Nel Governo di Giorgia Meloni ci sono gli stessi disvalori del Fascismo
Politica / Crosetto: “Scurati? Censura fuori dal tempo, impoveriscono la Rai”
Politica / Europee, nel simbolo Pd non c'è il nome di Elly Schlein e in quello del M5S compare l'hashtag #pace
Politica / Europee, Conte: "Candidatura di Schlein? Condivido le parole di Prodi, è una ferita per la democrazia"
Politica / Elezioni Europee, Conte deposita il simbolo del M5S: alle sue spalle spunta Calderoli | VIDEO
Politica / Compagni nella vita, avversari in politica: il curioso caso di Marco Zanleone e Paola Pescarolo
Politica / Meloni attacca Scurati, la replica dello scrittore: "Chi esprime un pensiero deve pagare un prezzo?"
Politica / Elezioni europee, ecco tutti i simboli depositati per le elezioni