Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:57
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Calenda: “Di Maio? In un paese normale sarebbe stato preso a pernacchie” | VIDEO

Immagine di copertina

Calenda: “Di Maio in un paese normale sarebbe stato preso a pernacchie”

“Di Maio in un paese normale sarebbe stato preso a pernacchie”: lo ha dichiarato il leader di Azione Carlo Calenda commentando la conferenza stampa con la quale il ministro degli Esteri ha annunciato il suo addio al M5S.

Ospite di Omnibus, il programma d’approfondimento mattutino in onda su La7, Calenda ha dichiarato a proposito della volontà espressa da Di Maio di lavorare a un progetto politico che includa i sindaci d’Italia: “Io penso che sia una cosa inesistente che in un paese normale una persona che ha avvelenato il dibattito chiedendo l’uscita dall’euro, di mettere in galera tutti, annientato il gasdotto in Israele, distrutto l’Ilva. Andrebbe preso a pernacchie”.

“Personalmente non do nessun credito a qualsiasi cosa Di Maio dica” ha aggiunto il leader di Azione. “Spero che Renzi non vada con Di Maio, per me sarebbe l’ultima pugnalata al cuore da parte di Renzi”.

“È inaccettabile vedere questo grado di cancellazione della nostra memoria per cui vedere persone che tornano dicono l’opposto di quello che hanno fatto e hanno detto e fanno finta come se niente fosse accaduto”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Europee, Conte: "Candidatura di Schlein? Condivido le parole di Prodi, è una ferita per la democrazia"
Politica / Elezioni Europee, Conte deposita il simbolo del M5S: alle sue spalle spunta Calderoli | VIDEO
Politica / Compagni nella vita, avversari in politica: il curioso caso di Marco Zanleone e Paola Pescarolo
Ti potrebbe interessare
Politica / Europee, Conte: "Candidatura di Schlein? Condivido le parole di Prodi, è una ferita per la democrazia"
Politica / Elezioni Europee, Conte deposita il simbolo del M5S: alle sue spalle spunta Calderoli | VIDEO
Politica / Compagni nella vita, avversari in politica: il curioso caso di Marco Zanleone e Paola Pescarolo
Politica / Meloni attacca Scurati, la replica dello scrittore: "Chi esprime un pensiero deve pagare un prezzo?"
Politica / Europee, in corso il deposito dei contrassegni al Viminale: la diretta
Politica / Elezioni Europee: oggi e domani il deposito dei contrassegni al Viminale
Politica / Lilli Gruber contro Giorgia Meloni: "Ha un problema con la grammatica"
Politica / “Il ritorno della geo-economia e l’Europa”: a Roma la prima iniziativa del Capitolo Italiano dei Friends of ERA
Politica / Porta a Porta, solo uomini da Bruno Vespa per parlare d’aborto. La presidente Rai Soldi richiama il conduttore
Politica / D’Antuono (Volt) a TPI: “Elezioni europee? Serve una riforma elettorale. Ecco cosa vogliamo fare”