Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:08
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Milano, il candidato di centrodestra Bernardo agli alleati: “Datemi i soldi della campagna elettorale o mi ritiro”

Immagine di copertina
Credit: Ansa

Il candidato del centrodestra a Milano Luca Bernardo, in un audio pubblicato da Repubblica, si è sfogato per la mancanza dei versamenti delle quote per la sua campagna elettorale da parte dei partiti che compongono la coalizione. Minacciando, addirittura, di ritirarsi dalla corsa a sindaco.

“Se entro lunedì tutti i partiti della coalizione non versano le quote per la campagna elettorale, convoco una conferenza stampa e annuncio che mi ritiro dalla tenzone elettorale. Così non si può andare avanti”, dice Bernardo nell’audio, inviato su WhatsApp in una chat con i coordinatori dei partiti che compongono la coalizione di centrodestra. “Se entro questa settimana non arrivano da tutti partiti almeno 50mila euro a testa per andare avanti con la campagna elettorale, che sta costando molto di più, mi ritiro. Ringrazio i partiti che lo hanno già fatto, ma se troverò sul conto corrente della campagna elettorale un riscontro diverso e non vedrò la sintonia da parte di tutti, torno a fare il mio lavoro che mi piace molto. Non servono telefonate o chiacchiere, io ci sto mettendo la faccia e per questo da un mese sono sotto attacco”.

Bernardo, raggiunto telefonicamente da Repubblica, ha confermato i contenuti dell’audio, minimizzandone però le implicazioni politiche: “È tutto vero ma si è trattato di un sollecito. Lunedì il nostro mandatario controllerà se i fondi sono arrivati, ma è stato un gioco delle parti, non mi ritiro e non mi arrendo. Nel caso li risolleciterò. Ho solo detto ai partiti che mi appoggiano che se la benzina finisce la macchina si ferma. E come se io andassi a comprare il latte dal lattaio senza soldi”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Di Maio: “Non ci sono scuse, abbiamo perso. Faccio i miei complimenti a Giorgia Meloni e Giuseppe Conte”
Politica / Lettera di uno studente 16enne: “Non c’è un pericolo di ritorno del fascismo”
Politica / Letta: "Non mi ripresenterò al congresso Pd"
Ti potrebbe interessare
Politica / Di Maio: “Non ci sono scuse, abbiamo perso. Faccio i miei complimenti a Giorgia Meloni e Giuseppe Conte”
Politica / Lettera di uno studente 16enne: “Non c’è un pericolo di ritorno del fascismo”
Politica / Letta: "Non mi ripresenterò al congresso Pd"
Politica / Chi è Andrea Giambruno, il compagno di Giorgia Meloni
Politica / Salvini: "Il dato della Lega non mi soddisfa, con Fdi lavoreremo bene"
Politica / “La prima ministra più di destra dai tempi di Mussolini”: la vittoria di Giorgia Meloni vista dall’estero
Politica / Il leghista Pillon fuori dal Parlamento: "Continuerò a difendere la vita"
Politica / Dall'elezione dei presidenti di Camera e Senato alla formazione del nuovo governo: cosa succede ora
Politica / Meloni: “Dagli italiani è arrivata un’indicazione chiara per un governo a guida Fratelli d’Italia”
Politica / Conte: "Le scelte del Pd hanno aiutato il centrodestra"