Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Azione non sfonda nei sondaggi, ma Calenda è sempre in tv

Immagine di copertina

Calenda è il "soggetto politico" più presente nelle edizioni del Tg1, anche più di Sergio Mattarella e Mario Draghi

Chissà, magari è per il nome del suo partito. Certo è che c’è un personaggio politico che, su tutti, è sicuramente il più in… Azione negli studi televisivi rispetto agli altri. Parliamo, ovviamente, di Carlo Calenda. Lo si legge chiaramente dai primi dati pubblicati dall’Agcom e relativi alla prima settimana di campagna elettorale (22 luglio-2 agosto). Il leader del Terzo Polo è il «soggetto politico» più presente nelle edizioni del Tg1, anche rispetto a Sergio Mattarella e a Mario Draghi. Su Rai2, invece, è il secondo nei «programmi extra-Tg» dopo soltanto Andrea Orlando che, però, non è solo candidato dem ma anche ministro. Su Rai3 spiccano nuovamente i dati del telegiornale: terzo posto per Calenda dietro soltanto a Matteo Salvini ed Enrico Letta che però – non ce ne voglia – hanno un peso elettorale notevolmente diverso. Niente paura, però: il suo alleato, Matteo Renzi, è al primo posto tra i soggetti politici più presenti nei programmi «extra-Tg» della terza rete. Ma non finisce qui. Anche le percentuali totali della presenza in Tv di Azione sorridono a Calenda.
Nel «tempo di parola» (il reale minutaggio di interviste e dichiarazioni dei personaggi politici) delle principali edizioni dei Tg Rai, il suo partito (al tempo ancora insieme a +Europa e Radicali) ha avuto una copertura del 10,32% del totale; Fratelli d’Italia, che secondo i sondaggi è primo partito in Italia, solo il 9,46%. Stessa musica anche sulle reti Mediaset, dove Calenda & C. sono stati presenti per una percentuale del 7,72% contro il 4,70% di Giorgia Meloni e di Fratelli d’Italia. Niente male per un partito che dai sondaggi è dato poco sopra il 2% (col rischio che non andrà oltre il 5% malgrado l’alleanza con Italia viva). Non sfonda nei voti, ma spacca in Tv.
Ti potrebbe interessare
Politica / “Navalny era un nazifascista, no alla cittadinanza onoraria”: la protesta a Reggio Emilia
Politica / Lascia il consiglio comunale per allattare, candidata del Pd attaccata dalla Lega: “Come potrà fare il sindaco?”
Politica / Terzo mandato, bocciata la proposta leghista per i governatori. Si spacca la maggioranza
Ti potrebbe interessare
Politica / “Navalny era un nazifascista, no alla cittadinanza onoraria”: la protesta a Reggio Emilia
Politica / Lascia il consiglio comunale per allattare, candidata del Pd attaccata dalla Lega: “Come potrà fare il sindaco?”
Politica / Terzo mandato, bocciata la proposta leghista per i governatori. Si spacca la maggioranza
Politica / Cellulari in classe, Valditara: “Sconsigliato l’uso dalla scuola d’infanzia alla scuola media”
Politica / Rapporti Putin-Lega, pronta una mozione di sfiducia contro Salvini
Politica / Ponte sullo Stretto, aperta un’inchiesta sul progetto del ministro Salvini
Politica / Morte Navalny, Tajani: “Per Salvini serve chiarezza? Per me è indubbio che è stato fatto morire”
Politica / Sindaco nega cittadinanza a marocchina che vive in Italia da 21 anni: “Non sapeva rispondere a ‘Come ti chiami'”
Politica / Salvini: “Navalny? Capisco sua moglie, ma la verità la fanno medici e giudici”
Politica / Piantedosi: “Identificazione di chi deponeva fiori per Navalny? Non è un dato che comprime la libertà personale”