Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:07
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Opinioni

Mietta non è vaccinata. Ma quella da condannare sono io (di Selvaggia Lucarelli)

Immagine di copertina

Nell’ultima settimana ho scoperto a mie spese che preoccuparsi della propria salute e di quella altrui è maleducazione. Anzi, un reato. Roba da manette e 41 bis, proprio. Sedevo al mio posto da giurata nel programma Ballando con le stelle e di fronte a una concorrente (Mietta) che, collegata da casa, annunciava la sua positività al Covid, osavo porre una domanda scabrosa: “Sei vaccinata?”. La concorrente sussultava, poi balbettava che quello non era il luogo per parlare di queste cose, che c’è la privacy. Il ché sarebbe anche legittimo, se non fosse che in un programma in cui si balla, ci si tocca, si entra in contatto con il cast e con costumisti, truccatori, parrucchieri, microfonisti, i fatti propri non sono poi così propri. La concorrente, il giorno dopo, ha chiarito la sua posizione: “Non sono vaccinata per questioni legate alla salute, quando potrò non avrò problemi a farlo”. Che, diciamolo, non è proprio il messaggio rammaricato di chi vorrebbe tanto vaccinarsi ma ha un impedimento. Ed è anche bizzarro che chi ha un problema di salute, essendo dunque in condizioni di presunta fragilità, scelga di partecipare a un programma in cui il rischio di contagiarsi e contagiare è dietro l’angolo. Voglio dire, è una competizione di ballo, non un ciclo di letture in un’arena all’aperto. Ma non è questo il punto. Il punto è che… Continua a leggere l’articolo sul settimanale The Post Internazionale-TPI: clicca qui.

Ti potrebbe interessare
Opinioni / La Turchia batte l’Italia nella corsa alla ricostruzione in Libia
Opinioni / Armi, odio e fake news: negli Usa la politica si fa violenta (di A. Stille)
Opinioni / Non tagliamo le ali della Repubblica (di G. Bettini)
Ti potrebbe interessare
Opinioni / La Turchia batte l’Italia nella corsa alla ricostruzione in Libia
Opinioni / Armi, odio e fake news: negli Usa la politica si fa violenta (di A. Stille)
Opinioni / Non tagliamo le ali della Repubblica (di G. Bettini)
Opinioni / Ranucci parla di politica e a certi politici non piace: ecco perché lo ricoprono di fango
Opinioni / Il virus muta e fa paura, ma cosa stanno facendo i governi e le BigPharma?
Opinioni / Il super green pass è l’ultima trovata di un governo che non ha il coraggio di imporre il vaccino obbligatorio
Opinioni / Quando il femminicida era un eroe. E vinceva pure l’Oscar (di V. Magrelli)
Opinioni / Gli afghani non possono più permettersi neppure le cure mediche (di W. Samadi)
Opinioni / «Matteo ha perso la testa» (di G. Gambino)
Opinioni / Il Vaticano guarda al successore di Mattarella: ecco i preferiti tra i potenti del clero