Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Opinioni

Retroscena: Mosca pronta a svelare i presunti laboratori segreti degli Stati Uniti in Ucraina

Immagine di copertina

La notizia è di quelle destinate a lasciare il segno: Vladimir Putin è pronto a scoprire le carte sui presunti laboratori segreti degli Stati Uniti in Ucraina. Insomma, a quanto siamo in grado di rivelare, sta per essere resa pubblica la documentazione che secondo Mosca comproverebbe l’utilizzo di laboratori biologici segreti da parte degli Stati Uniti nel paese di Zelensky. Con tanto di coinvolgimento del figlio del presidente degli Stati Uniti Hunter Biden. Già nelle scorse settimane il ministero della Difesa russo aveva affermato che trenta laboratori per lo sviluppo di armi biologiche erano localizzati in 14 siti in Ucraina.

Gli investigatori di Mosca hanno scoperto che dal 2005 Washington ha stanziato almeno 224 milioni di dollari per finanziare programmi biologici in Ucraina. Gli Stati Uniti sarebbero stati impegnati nella modernizzazione e nel riattrezzamento di circa tre dozzine di istituzioni scientifiche dei ministeri della salute e dell’agricoltura, nonché di diverse strutture sanitarie ed epidemiologiche del comando delle forze mediche del Ministero della Difesa dell’Ucraina. Secondo Mosca si tratterebbe di una rete composta da oltre 30 laboratori biologici che si occupavano, in particolare, degli agenti causali della peste e dell’antrace. I documenti ricevuti dalla Russia indicherebbero anche il coinvolgimento del figlio del presidente degli Stati Uniti Hunter Biden. Ora Mosca ha deciso di scoprire le carte.

Ti potrebbe interessare
Opinioni / Noi giovani e la politica, tra apatia e grandi battaglie (di G. Brizio)
Esteri / Di chi è il Medio Oriente? I limiti di Washington e il campo minato delle grandi potenze mondiali (di G. Gambino)
Opinioni / Le Europee saranno le prime elezioni a ridefinire il ruolo dell’Ue nel mondo (di S. Mentana)
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Noi giovani e la politica, tra apatia e grandi battaglie (di G. Brizio)
Esteri / Di chi è il Medio Oriente? I limiti di Washington e il campo minato delle grandi potenze mondiali (di G. Gambino)
Opinioni / Le Europee saranno le prime elezioni a ridefinire il ruolo dell’Ue nel mondo (di S. Mentana)
Opinioni / Campo rotto: salvate i soldati Conte & Schlein
Esteri / Erdogan non è imbattibile: ma il futuro del leader turco e dell’Akp è ancora tutto da scrivere
Opinioni / L'Europa corre ciecamente verso la guerra (di R. Parodi)
Opinioni / La boutade di Macron sull’Ucraina e l’Ue che deve imparare a difendersi da sola (di S. Mentana)
Opinioni / Pd, 5S e Campo Largo: la strada non porta a casa se la tua casa non sai qual è (di G. Gambino)
Opinioni / Lettera di un segretario di circolo Pd: Elly Schlein ha la forza della credibilità
Opinioni / In Abruzzo non c’è nessun effetto Sardegna