Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home

Dal 22 al 26 giugno il War Reporting Training Camp per giornalisti in contesti di guerra

Immagine di copertina

Si svolgerà dal 22 al 26 giugno in Valle d'Aosta, il corso intensivo rivolto a giornalisti o operatori umanitari per imparare a muoversi in un contesto di guerra

Si svolgerà dal 22 al 26 giugno ad Arvier, in Valle d’Aosta, il War Reporting Training Camp, la scuola
per giornalisti e operatori umanitari che lavorano in contesti di guerra.

Solo nel 2015, secondo Reporter senza Frontiere, i reporter
rapiti e tenuti in ostaggio sono stati 54: 26 in Siria, 13 in Yemen, 10 in Iraq
e 5 in Libia. In generale, 787 giornalisti e operatori della comunicazione sono
stati uccisi negli ultimi 10 anni.
 

Con il graduale peggioramento delle condizioni di sicurezza
a livello globale, determinato soprattutto da una diffusione di estremismi
religiosi ed etnici e dal cambiamento degli scenari bellici, infatti, i rischi
per chi lavora nel settore dell’informazione ma anche per gli operatori
umanitari continuano ad aumentare.

È in questo contesto che si svolge anche quest’anno il War
Reporting Training Camp, nato da un’idea dei fotoreporter Ugo Borga e Loredana
Taglieri (Associazione Six Degrees) e dal giornalista Cristiano Tinazzi: la
scuola, che si tiene dal 22 al 26 giugno ad Arvier, in Valle d’Aosta, è
organizzata grazie alla collaborazione di Stato Maggiore della Difesa e alla
partecipazione di operatori esperti in primo soccorso e tecniche di ricerca e
recupero persone e orientamento.
 

Cinque giorni durante i quali verranno impartite ai
partecipanti – giornalisti, operatori umanitari, professionisti che operano in
aree di crisi – lezioni teoriche (analisi della tipologia del conflitto; armi
convenzionali e non convenzionali; rapporti con milizie armate; sicurezza
informatica) e addestramenti specifici sul terreno (primo soccorso;
orienteering; utilizzo di dispositivi di protezione individuale) utili ad
acquisire capacità e competenze indispensabili per muoversi consapevolmente in
un contesto di guerra nelle migliori condizioni di sicurezza possibili e per
riuscire, quindi, ad affrontare situazioni caratterizzate da forte criticità e
pericolo imminente.

Questo un trailer di presentazione dell’evento:

 

Per ulteriori dettagli su programma e contatti è possibile consultare la
pagina Facebook della scuola.

Ti potrebbe interessare
Sport / Tokyo 2020: le gare in programma oggi e domani, gli orari
Cronaca / Il report dell’Aifa sui vaccini: 16 eventi gravi ogni 100mila dosi somministrate
Lotterie / Estrazione Si Vince Tutto: i numeri vincenti estratti oggi 4 agosto 2021
Ti potrebbe interessare
Sport / Tokyo 2020: le gare in programma oggi e domani, gli orari
Cronaca / Il report dell’Aifa sui vaccini: 16 eventi gravi ogni 100mila dosi somministrate
Lotterie / Estrazione Si Vince Tutto: i numeri vincenti estratti oggi 4 agosto 2021
Cronaca / Imola, violenta la figlia 15enne e la mette incinta
Politica / Soldi guadagnerà più di Foa. E intanto Fuortes parla coi leader dei partiti
Cronaca / 21 morti e 6.596 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività al 3,05%
Lotterie / Estrazione VinciCasa: i numeri vincenti estratti oggi 4 agosto 2021
Cronaca / Stella di David all’ingresso del bar: la protesta di un gestore contro il Green Pass
TV / Mi stai ammazzando, Susana: tutto quello che c’è da sapere
TV / Quasi nemici – L’importante è avere ragione: tutto quello che c’è da sapere sul film