Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:04
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Gli attivisti vegani non potranno entrare nei supermercati Whole Foods. Lo ha deciso un giudice

Immagine di copertina

La catena, che fa parte del gruppo Amazon, ha ottenuto da un tribunale un ordine restrittivo contro i membri del gruppo DxE, che avevano intenzione di occupare per una settimana il negozio di Berkeley in California

Un negozio della catena Whole Foods in California ha chiesto e ottenuto da un tribunale locale un ordine restrittivo contro gli attivisti vegani che pianificavano di “occupare” i locali del supermercato.

Il negozio in questione ha lanciato un’aspra battaglia contro il gruppo Direct Action Everywhere (DxE), che ha accusato la catena di violazioni del benessere degli animali.

Whole Foods, di proprietà di Amazon, ha accusato 150 membri del gruppo di aver violato le sue strutture e ha portato la vicenda davanti al giudice.

Gli attivisti di DxE avevano intenzione di accamparsi dentro e intorno al negozio di Berkeley per protestare contro presunte violazioni del benessere degli animali da parte di alcuni fornitori di Amazon.

“I membri di DxE sono entrati ripetutamente nei nostri negozi e proprietà per condurre dimostrazioni che disturbano i clienti e i lavoratori bloccando l’accesso ai nostri corridoi, reparti e registratori di cassa, interferendo con la nostra attività e mettendo a rischio la sicurezza di clienti”, ha spiegato Betsy Harden, un portavoce di Whole Foods, al quotidiano locale Daily Californian.

L’ordine restrittivo è l’ultimo capitolo di una lunga battaglia tra DxE e la catena di supermercati.

Gli attivisti, promotori  della “totale libertà degli animali”, hanno organizzato dimostrazioni all’esterno di Whole Foods a Berkeley per diversi anni, chiedendo una maggiore trasparenza nella catena di fornitura dell’azienda.

Il gruppo aveva anche programmato di “occupare” il negozio di alimentari per una settimana, affermando che l’etichetta “biologica” della catena alimentare non garantisce necessariamente che i loro fornitori trattino gli animali “umanamente”.

Secondo DxE,  alcuni fornitori di Whole Foods tengono polli in capannoni affollati e non consentono agli animali di uscire, anche quando sono etichettati come allevamento all’aperto.

Sul suo sito web, Whole Foods scrive di avere “vere collaborazioni con agricoltori, allevatori e esperti di benessere degli animali per garantire che siano trattati con cura, responsabilità e rispetto”.

L’azienda dispone anche di un sistema di classificazione del benessere degli animali a cinque livelli per consentire ai clienti di “fare scelte alimentari consapevoli”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Ti potrebbe interessare
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Esteri / Teologo musulmano critica i completi delle pallavoliste turche: “Siete sultani della fede, non dello sport”
Esteri / Variante Delta, Fauci: “Vaccinati o no, la contagiosità dei positivi è identica”
Esteri / Obbligo di vaccino per i dipendenti Google e Facebook
Esteri / A che punto è la crisi politica in Tunisia: Said licenzia 20 alti funzionari di governo
Economia / Effetto Covid, per tornare in ufficio i lavoratori londinesi chiedono un aumento di stipendio
Esteri / In Germania è iniziata ufficialmente la quarta ondata di Covid
Esteri / Influencer di giorno, narcotrafficante di notte: arrestata la 19enne "Miss Cracolandia"