Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Nasa, la sonda New Horizons raggiunge il corpo celeste più lontano mai esplorato

Immagine di copertina
La sonda New Horizons Copiright: Nasa

Ultima Thule dista 6,4 miliardi di chilometri dalla Terra. A Capodanno l'incontro ravvicinato con la sonda New Horizons

La sonda spaziale New Horizons della Nasa ha raggiunto il corpo celeste più lontano mai esplorato dall’uomo: un oggetto coperto di ghiaccio nella Fascia di Kuiper soprannominato Ultima Thule, che dista ben 6,4 miliardi di chilometri dalla Terra.

Il viaggio di New Horizons – La sonda aveva già dato al mondo le prime immagini ravvicinate di Plutone ed è arrivata nel punto più lontano mai esplorato dopo un viaggio nel nostro Sistema Solare che dura da 13 anni. Alle 00:33 di Capodanno, ora americana,  la New Horizon è passata a 3.500 km da Ultima Thule e ha cominciato a osservare il misterioso oggetto celeste attraverso i suoi potenti obiettivi.

sonda new orizon

Mai così lontani – “Abbiamo segnato un record – ha commentato il direttore del progetto, Alan Stern, del Southwest Research Institute – Un veicolo spaziale non ha mai esplorato prima di oggi qualcosa così distante da noi”. Ed ha aggiunto: “Pensate, siamo un miliardo di miglia (1,6 miliardi di km, ndr) più lontani di Plutone”. Ultima Thule, ha scritto Stern sul The New York Times, “È 17.000 volte più lontano rispetto al ‘grande passo’ della missione lunare di Apollo”.

Controlli ravvicinati – La sonda è stata seguita attimo per attimo dal Centro NASA Jet Propulsion Laboratory di Pasadena e dalla Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory, che è situato nel Maryland. Ultima Thuile infatti, dista circa 4 miliardi di chilometri da noi, ed è quindi anche molto lontano dal Sole.

Progetti per il futuro – È stata la prima sonda spaziale a visitare l”ex pianeta” Plutone, appartenente al nostro Sistema Solare fino al 2005 e poi declassato a causa delle sue piccole dimensioni. In seguito, si è diretta verso la Fascia di Kuiper, che comprende Ultima Thule. Ma non è finita. Dopo il rendez-vous di inizio 2019, la sonda è destinata a superare le “Colonne d’Ercole” del nostro sistema solare , e così come avvenuto per le Voyager 1 e 2, andrà ad immergersi nell’immenso mare senza materia dell’eliosfera e dell’eliopausa. Un giorno, anche se non potrà più comunicarlo a Terra (la potenza di bordo inevitabilmente terminerà…), potrebbe raggiungere una delle stelle a noi più vicine.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Ti potrebbe interessare
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Esteri / Senatore eletto coi brogli. Ma neanche ora che è stato scoperto dovrà restituire un euro
Esteri / Esercito Europeo: cos’è, come funziona e chi ne fa parte
Esteri / Scudo spaziale, battaglione da 5.000 unità, cooperazione con la Nato: come sarà l’esercito europeo
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Esteri / Il business militare di Amazon con Israele rischia di reprimere i palestinesi: vi sveliamo come