I miliardari aumentano il loro patrimonio, ecco chi sono (italiani compresi)

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 30 Dic. 2019 alle 12:17 Aggiornato il 30 Dic. 2019 alle 12:23
181
Immagine di copertina

I miliardari più ricchi del 2019: nella classifica di Bloomberg anche gli italiani

Chi è ricco lo diventa sempre più. Nel 2019, gli uomini più ricchi al mondo hanno incrementato i loro patrimoni, cresciuti complessivamente di 1.200 miliardi di dollari per raggiungere un valore di 5.900 miliardi: si tratta del +25% in un solo anno.

A riportare la classifica degli uomini più ricchi al mondo nel 2019 è Bloomberg e nell’elenco figura anche l’italianissimo Giovanni Ferrero, posizionato al 27esimo posto, il cui patrimonio durante quest’anno è lievitato di quasi un terzo (più 9,83 miliardi di dollari fino a raggiungere quota 32,2).

Al primo posto della classifica si conferma quest’anno Jeff Bezos, patron di Amazon, con i suoi 116,1 miliardi di dollari nonostante il divorzio. Al secondo posto spunta Bill Gates con i suoi 113,1 miliardi, seguito da Bernard Arnault con 105,1 miliardi.

Anche Mark Zuckerberg ha visto una crescita del proprio patrimonio: il papà di Facebook può contare su 27,4 miliardi di dollari.

La classifica dei 500 miliardari: soltanto 52 sono i “più poveri”

La classifica conta 500 miliardari: di questi, soltanto 52 hanno visto il proprio patrimonio diminuire. Ad esempio, il fondatore di WeWork, Adam Neumann, ha dovuto abbandonare la sua azienda il cui valore è precipitato da 47 a 8 miliardi; anche l’editore Rupert Murdoch ha visto il suo patrimonio ridursi di 10 miliardi.

Nella classifica di Bloomberg Billionaires Index vediamo Michael Dell il cui patrimonio vale 30,8 miliardi e Leonardo Del Vecchio con 25,9 miliardi (+5,43%).

Silvio Berlusconi è slittato al 201esimo posto con un patrimonio di 8,4 miliardi, mentre Rocco Commisso conta su un patrimonio di 7,11 miliardi, + 3,16%.

La classifica dei miliardari 2019: i nuovi business

La classifica di Bloomberg Billionaire Index parla anche dei nuovi business, che hanno permesso la nascita di nuovi miliardari un po’ anomali: è il caso di sfasciacarrozze, accattivanti motivetti musicali e cosmetici di nicchia.

Un esempio è Willis Johnson, che ha messo insieme un patrimonio di quasi due miliardi costruendo una rete di autodemolizioni (Copart Inc) partendo dall’Oklahoma. O ancora Kylie Jenner, la miliardaria più giovane con l’azienda Kylie Cosmetics (che ha parzialmente venduto).

181
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.