Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 06:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Macron vende armi all’Egitto e si dimentica dei diritti umani

Immagine di copertina

La visita del presidente francese ha fatto molto discutere

Il presidente francese Emmanuel Macron si è recato in visti in Egitto il 28 gennaio per siglare importanti accordi economici con il capo di Stato egiziano.

La visita di Macron nel paese africano ha fatto molto discutere, dato che Parigi ha deciso di implementare i rapporti commerciali con un paese noto per la violazione continua dei diritti umani.

Gli accordi siglati dal capo dell’Eliseo riguardano i settori dei trasporti, delle energie rinnovabili, della salute e dell’agricoltura. In cambio, il presidente al Sisi acquisterà dai francesi aerei da caccia, navi da guerra e un satellite militare per un valore di 1 miliardo di euro.

Leggi anche: “Mi hanno torturato, rinchiuso e costretto a strisciare sulla sabbia bollente”: la lettera di un detenuto dall’Egitto

Per cercare di aggirare le critiche, il presidente francese ha dichiarato che terrà in ampia considerazione la “preoccupante situazione” dei diritti umani in Egitto e fonti precisano che “la strategia di Macron è cambiata perché la percezione dei diritti umani in Egitto è variata”: sempre più spesso le Ong denunciano la “sistematica violazione” dei diritti umani perpetuata con il pretesto di combattere il terrorismo.

Ai nuovi accordi commerciali dovrebbe quindi fare da contraltare un atteggiamento diverso di Macron verso al Sisi, che ponga al centro la questione dei diritti umani. Fonti dell’Eliseo parlano di un approccio che resta comunque “responsabile perché è un problema delicato”.

La Francia quindi sembra voglia impegnarsi a “cercare di promuovere una politica più rispettosa in Egitto per quanto riguarda i diritti umani e le libertà fondamentali”.

Al di là delle rassicurazioni del presidente e delle fonti dell’Eliseo, le Ong che lottano per la difesa dei diritti umani hanno accusato la Francia di essersi resa complice delle violenze di al Sisi tramite le vendita di armi.

A pesare sul viaggio di Macron in Egitto ci sono anche le parole dei vicepremier Di Maio e Salvini, che accusano la Francia di continuare a perpetuare un sistema colonialista in Africa.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane