Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:39
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Bandiere dell’Europa a ogni balcone per rispondere alla manifestazione sovranista di Salvini

Immagine di copertina
Credit AFP PHOTO / John MACDOUGALL

Attivisti di EuropaNow! e Gioventù Federalista Europea indicono una contro-manifestazione per l'8 dicembre

Una bandiera dell’Unione Europea alla finestra e al balcone a Roma e nella altre città italiane contro Matteo Salvini e la manifestazione sovranista  prevista per l’8 dicembre.

Qui abbiamo raccontato del giovane movimento europeo Volt

La proposta

L’idea arriva da Europa Now! , associazione europeista fondata da Gian Paolo Accardi, Maurizo D’Amore, Eric Jozsef e Gianna Radiconcini, che da venerdì scorso distribuisce i vessili europei in alcuni punti di Roma.

Si legge dalla pagina Facebook di Jozsef: “Roma risponde alla marcia di Salvini: per fermare l’avanzata dei nazionalisti e rivendicare una nuova Europa più unita, democratica, fraterna, solidale e federale, EuropaNow! con la Gioventù Federalista Europea lancia una campagna di mobilitazione civica”.

Bandiere alle finestre

Secono Europa Now!  “i nazionalisti vogliono distruggere l’Europa, noi vogliamo cambiarla. “È arrivato il momento di agire, per dire no”. Un no a “chi vuole il ritorno delle frontiere interne, il ritorno delle vecchie monete, la sottomissione geopolitica agli Stati Uniti di Donald Trump e alla Russia di Vladimir Putin”

Per sostenere questi progetti e contrastare il credo sovranista EuropaNow!, insieme ad altre associazioni europeiste “invita a mettere una bandiera europea alle finestre, perché la bandiera europea appartiene ai cittadini e perché l’Europa significa unire le persone, non soltanto integrare gli Stati”.

Il cambiamento che deve fare l’Europa

Per gli organizzatori della contro manifestazione “è arrivato il momento di agire, di affermare un patriottismo diverso: quello europeo, basato sull’uguaglianza dei diritti”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza