Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:32
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Regno Unito, dichiarata illegale la vendita di armi all’Arabia Saudita

Immagine di copertina
Le proteste nel regno Unito contro le armi vendute all'Arabia Saudita

Armi Arabia Saudita vietate Regno Unito | Guerra Yemen | Corte d’appello vieta la vendita

Armi Arabia Saudita vietate Regno Unito – Decisione storica per la Corte d’Appello del Regno Unito: viene vietata la vendita illegale delle armi inglesi all’Arabia Saudita.

Le armi di fabbricazione britannica hanno svolto un ruolo centrale negli attacchi a guida saudita allo Yemen. Anche quando, dal 2015 a oggi, sono state bombardate scuole, ospedali, matrimoni e funerali, il governo britannico ha continuato a concedere la licenza per la vendita di miliardi di sterline di armi da utilizzare nel conflitto.

Ora, a seguito di una contestazione legale promossa dalla CAAT, la campagna Campaign Against Arms Trade, la Corte d’Appello ha stabilito che le vendite di armi del Regno Unito all’Arabia Saudita per essere utilizzate nello Yemen sono “Unlawful”, contrarie alla legge.

Sono stati così sospesi immediatamente tutti gli invii di carichi militari, come richiesto dalle organizzazioni della società civile inglese.

La guerra in Yemen 

Lo Yemen è devastato dal 2015 da un conflitto tra i ribelli houthi e le forze governative, supportate da una coalizione internazionale guidata dall’Arabia Saudita. Si sono susseguiti numerosi tentativi di negoziati di pace.

La sanguinosa guerra civile va avanti ormai da tre anni, da quando i ribelli houthi, appoggiati dall’Iran, hanno conquistato gran parte del paese, inclusa la capitale Sana’a. La coalizione guidata dall’Arabia Saudita combatte i ribelli dal 2015 e sostiene il governo riconosciuto a livello internazionale, quello di Hadi, che si è stabilito nella città portuale di Aden.

I sauditi colpiscono non di rado obiettivi civili: scuolabus, ospedali, villaggi. A quattro anni dall’inizio del conflitto, in Yemen è in atto la più grave crisi umanitaria al mondo. Secondo gli ultimi dati Oxfam, 24,1 milioni di abitanti su 28,5 dipendono dagli aiuti umanitari per sopravvivere, le vittime civili sono oltre 17.000 ed è scoppiata un’epidemia di colera che ha già contagiato 1,3 milioni di yemeniti.

Anche l’Italia vende armi all’Arabia Saudita

In un’inchiesta esclusiva TPI ha rivelato che le bombe che stanno uccidendo migliaia di civili nella guerra in Yemen sono anche italiane. E le navi saudite che caricano armamenti militari utilizzano anche porti italiani. Un commercio di armi da miliardi di euro che parte dalla Sardegna, dall’azienda RWM precisamente.

> Ecco l’inchiesta completa: Yemen: le bombe made in Italy che uccidono i civili. L’inchiesta di TPI svela il business di armi tra Arabia Saudita e Italia

Come nel Regno Unito, anche la società civile italiana ha più volte chiesto a gran voce l’interruzione della vendita di armi all’Arabia Saudita.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Siria, bimba di 8 anni salvata dopo 40 ore sotto le macerie del terremoto
Esteri / ‘Ndrangheta, arrestato a Bali Antonio Strangio: era latitante da 7 anni
Esteri / Siria, miracolo dopo il terremoto: salvata una bambina nata sotto le macerie
Ti potrebbe interessare
Esteri / Siria, bimba di 8 anni salvata dopo 40 ore sotto le macerie del terremoto
Esteri / ‘Ndrangheta, arrestato a Bali Antonio Strangio: era latitante da 7 anni
Esteri / Siria, miracolo dopo il terremoto: salvata una bambina nata sotto le macerie
Esteri / Siria devastata dal terremoto, ma la figlia di Assad avverte: “Non inviate aiuti alle zone controllate dai ribelli”
Esteri / Terremoto in Turchia e Siria: nuova scossa 5.3 a Dogansehir. Le vittime sono più di 11.000
Esteri / Terremoto in Turchia, evasi 20 affiliati dell’Isis detenuti in Siria
Esteri / Terremoto in Turchia, estratti vivi dopo 28 ore una mamma e i suoi tre figli
Esteri / Qatargate, le pressioni di Panzeri per fermare la nomina Ue di Di Maio
Esteri / Terremoto in Turchia, morto il portiere Türkaslan: sui social la struggente reazione delle moglie
Esteri / Terremoto in Turchia: la scossa potente come 130 bombe atomiche, oltre 5.100 i morti