Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca » Roma

Roma, ecco chi corre alle primarie per i presidenti di Municipio

Immagine di copertina

Il centrosinistra romano ieri ha chiuso la rosa dei nomi dei candidati per le primarie per scegliere lo sfidante di Virginia Raggi per il Campidoglio, e oggi ha anche finalizzato i nomi di chi si sfiderà alle primarie per scegliere i candidati nei municipi della capitale.

I municipi che saranno chiamati al voto per le primarie saranno 13 su 15: nel II (Parioli-Nomentano) e nell’VIII (Ostiense) saranno infatti ricandidati i presidenti uscenti, la dem Francesca Del Bello e Amedeo Ciaccheri di Liberare Roma.

Le candidature risultate ammesse e rese note dal segretario del Partito Democratico di Roma Andrea Casu, sono in tutto 46 tra tutti i municipi (oltre a una che risulta respinta). Tra di loro figurano ex parlamentari dem, Lorenza Bonaccorsi in I, Titti Di Salvo in IX, Marco Miccoli in XII e Ileana Argentin in XIV, ed ex presidenti che cercano di nuovo di guidare i rispettivi municipi, Paolo Marchionne in III e Daniele Torquati in XV.

Risulta esclusa la candidatura di Loris Scipioni in VI Municipio. “Non appartiene alla coalizione di centrosinistra”, si legge nella nota inviata da Casu.

Andiamo a vedere nei 13 municipi al voto chi ci sarà (e chi no).

I Municipio – Centro Storico

In campo in I Municipio ci sarà l’ex deputata del PD Lorenza Bonaccorsi. Sul suo nome si è compattato tutto il partito del municipio, con l’assessore Emiliano Monteverde e i consiglieri Stefano Marin e Daniela Spinaci che hanno fatto un passo indietro per sostenerla. A sfidare Bonaccorsi ci saranno Raffaele Pulika Calzini di Liberare Roma e il consigliere municipale Matteo Costantini di Demos.

Il I Municipio è uno dei quattro municipi di Roma governati dal centrosinistra, ma l’uscente Sabrina Alfonsi (PD), avendo già svolto due mandati da presidente, non potrà ricandidarsi.

III Municipio – Monte Sacro

Il presidente del III Municipio, l’indipendente Giovanni Caudo (eletto nel voto anticipato del 2018), non si ricandida per correre alle primarie per il sindaco. Sarà candidato a succedergli Paolo Marchionne del PD, presidente del municipio eletto nel 2013 ma sconfitto nel 2016, che oggi tenta la rivincita. A sfidarlo ci saranno l’assessore ai lavori pubblici Francesco Pieroni (in ticket con l’ex assessore Federica Rampini), Martina D’Ortenzi per Liberare Roma e la consigliera municipale di Demos Angela Silvestrini.

Non si candida invece Stefano Sampaolo, vicepresidente del municipio, che sembrava potesse essere anche lui della partita.

IV Municipio – Tiburtina

Un tempo roccaforte rossa, il IV Municipio oggi vede un centrosinistra molto ridimensionato. Per cercare di riconquistare questo territorio corrono ben tre esponenti del PD: il capogruppo in municipio Massimiliano Umberti, il dirigente del partito locale Federico Proietti e l’ex assessore Paolo De Paolis, mentre per Liberare Roma correrà Carla Corciulo Cortibelli.

V Municipio – Prenestino-Centocelle

Anche questo territorio è stato per molto tempo una roccaforte del centrosinistra, tuttavia nel 2019 il primo partito è stato la Lega e nel 2016 il candidato sindaco del PD, Roberto Giachetti, è arrivato addirittura terzo. A correre alle primarie del centrosinistra ci saranno l’esponente del PD Mauro Caliste, Stefano Veglianti, esponente del movimento POP ma sostenuto anche da figure di primo piano del PD (a partire dalla consigliera regionale Michela Di Biase), Maurizio Mattana di Liberare Roma, Francesco Sirleto, vicino al candidato sindaco Giovanni Caudo e Maurizio Tieri di Sinistra per Roma, esponente della comunità musulmana locale.

VI Municipio – Tor Bella Monaca

Il centrosinistra parte da outsider in questo territorio. A cercare l’impresa ci saranno Fabrizio Compagnone, segretario del PD municipale, Amedeo Febi di Liberare Roma e Alessandra Laterza, la libraia passata recentemente agli onori delle cronache per non aver voluto vendere il libro di Giorgia Meloni. In questo municipio si registra anche l’unica esclusione, quella di Loris Scipioni, che il segretario del PD Roma Andrea Casu ha definito “non appartenente alla coalizione di centrosinistra”.

VII Municipio – Appio-Tuscolano

Sfida a tre nel municipio che da Porta San Giovanni arriva ai confini con Ciampino: per il PD sono in campo il segretario del circolo San Giovanni Carlo Mazzei e l’ex assessore municipale Francesco Laddaga, cui si aggiunge Alessandro Luparelli, attivista del centro sociale Spartaco, sostenuto da Liberare Roma.

IX Municipio – Eur – Spinaceto

All’EUR sfida di alto profilo, con la già deputata PD e oggi membro della segreteria romana del partito, la sindacalista Titti Di Salvo, scesa in campo e pronta alla sfida con il consigliere municipale Alessandro Lepidini. Oltre a loro sono in campo l’attivista del gruppo Nibi (Neri Italiani Black Italians) Paolo Barros, sostenuto da Liberare Roma, e Laura Giovannercole di Demos. Passo indietro invece per Augusto Gregori, membro dell segreteria regionale del PD, che ha scelto di sostenere Titti Di Salvo.

X Municipio – Ostia

Sul litorale romano torna in campo Franco De Donno, sacerdote candidatosi già nel 2017 con la sua lista Laboratorio Civico X e attualmente consigliere municipale: al suo fianco questa volta ci sarà anche Demos. Oltre a De Donno ci saranno in campo per il PD Antonio Caliendo e Mario Falconi.

Non si candideranno invece Andrea Bozzi, consigliere municipale civico ed ex volto dell’emittente locale Roma Uno, e Margerita Welyam, capogruppo del PD, che secondo varie indiscrezioni sarebbero potuti essere della partita.

XI Municipio – Portuense

L’XI Municipio sarebbe dovuto andare al voto, con un anno di anticipo, nel 2020, ma l’emergenza COVID ha costretto al rinvio delle elezioni. All’epoca per il PD si era candidato il consigliere municipale Gianluca Lanzi: tuttavia, le primarie non si poterono svolgere. Lanzi rimane in campo anche stavolta, come unico rappresentante del PD, e a sfidarlo ci sarà Daniela Marianello di Liberare Roma.

XII Municipio – Monteverde

Ben cinque candidati per il XII Municipio, di cui tre del PD. Tra di loro c’è l’ex deputato ed ex segretario del PD Roma Marco Miccoli, che se la vede contro l’attuale consigliere municipale e segretario del partito del territorio Elio Tomassetti, e con l’unica donna in campo Gioia Farnocchia, responsabilie cultura del PD di Roma. Chiudono la rosa Fabio Magrini di Liberare Roma e Marco Donati di Demos.

XIII Municipio – Aurelio

Partita a quattro all’Aurelio, dove Roberto Fera, consigliere municipale già candidato al comune nel 2016, se la vede con Sabrina Giuseppetti, già assessore ai Lavori Pubblici e per la quale si erano ritirati Salvatore Petracca, altro nome storico del territorio e Alberto Filisio. C’è poi Matteo Manenti, che si presenta sotto l’etichetta di “Aurelio in Comune” e con il sostegno anche di Liberare Roma. A chiudere la rosa dei candidati c’è la consigliera Arianna Ugolini, ex Movimento Cinque Stelle.

XIV Municipio – Trionfale

C’è un nome di alto profilo in XIV Municipio: l’ex deputata Ileana Argentin. Per sostenerla la candidata di Liberare Roma Carmen Iovine e l’ex assessore Alessio Cecera hanno fatto un passo di lato. Non lo ha fatto invece Marco Della Porta, ex assessore municipale alla Cultura, che anzi sembra essere a tutti gli effetti della partita, dopo aver raccolto ben 1.600 firme (ne bastavano 400 per essere ammessi). Chiude la rosa Massimo Moretti, candidato di Demos.

XV Municipio – Tor di Quinto

Anche in XV Municipio c’è ex presidente dem che ci riprova, Daniele Torquati, che nel 2013 riuscì a sorpresa a espugnare questa storica roccaforte della destra. Contro di lui Gina Chirizzi, consigliera ed esponente del suo stesso partito, e Tatiana Marchisio di Liberare Roma.

Ti potrebbe interessare
Politica / Io, portavoce di Di Maio e marito del viceministro Castelli. “Se mia moglie e Luigi litigano… scelgo Di Maio”
Politica / Europa, naufraga il progetto del partito sovranista di Salvini: una vittoria per Meloni
Politica / Il Cnr assumerà tutti i 400 ricercatori precari che rischiavano il posto: “Risultato di una battaglia comune”
Ti potrebbe interessare
Politica / Io, portavoce di Di Maio e marito del viceministro Castelli. “Se mia moglie e Luigi litigano… scelgo Di Maio”
Politica / Europa, naufraga il progetto del partito sovranista di Salvini: una vittoria per Meloni
Politica / Il Cnr assumerà tutti i 400 ricercatori precari che rischiavano il posto: “Risultato di una battaglia comune”
Politica / “Un giovane sano che si vaccina è un servo e va escluso dalla vita sessuale”: il post del consigliere leghista
Politica / Rincari bollette, Giorgetti: “Rischio black out energetico”
Politica / Svolta storica per il M5S, vince il sì al 2×1000. Conte: “È il principio della democrazia diretta”
Politica / “Vietato dire Natale”: l’Ue fa retromarcia sul linguaggio inclusivo
Cronaca / Bollette, Draghi annuncia nuovi interventi contro i rincari: “Aiuti a famiglie più povere”
Cronaca / Luca Morisi, la procura chiede l’archiviazione dopo l’indagine sulla serata con droga ed escort
Politica / Castellina: “Quirinale? Spero in un bis di Mattarella. Tra le donne la mia scelta è Rosy Bindi”