Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Ambiente

Nel 2016 il WWF ha scoperto 115 nuove specie animali e vegetali nel sud-est asiatico

Immagine di copertina
Credit: Afp

Una media di due nuove specie classificate ogni settimana, che si aggiungono alle 2.500 studiate nel corso degli ultimi 20 anni dai ricercatori del WWF attivi nella penisola dell'Indocina

Sono ben 115 le nuove specie animali e vegetali scoperte nel corso del 2016 lungo le rive del Mekong, il più lungo fiume del sud-est asiatico che attraversa paesi come Cambogia, Laos, Thailandia e Vietnam.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

A rivelarlo è uno studio promosso dal WWF, secondo il quale tra le scoperte compiute l’anno scorso vi sono specie mai classificate prima di mammiferi, anfibi, pesci, rettili e piante.

Una media di due nuove specie classificate ogni settimana, che si aggiungono alle 2.500 studiate nel corso degli ultimi 20 anni dai ricercatori del WWF attivi nella penisola dell’Indocina.

La maggior parte di queste sono state individuate nelle lussureggianti foreste che costeggiano il Mekong.

Un rarissimo esemplare di tartaruga appartenente alla specie Malayemys isan è stato però visto per la prima volta dai ricercatori del WWF in un mercato nel nord-est della Thailandia.

Tra gli altri animali scoperti vi sono un pipistrello di montagna che vive nelle foreste tra Laos e Thailandia, due tipi di talpe che vivono in reti di gallerie sotterranee nel Vietnam del nord e una lucertola d’acqua dolce che ha il suo habitat tra la Cina meridionale e il Vietnam.

La sopravvivenza di buona parte delle specie animali e vegetali classificate appena un anno fa dal WWF è già a rischio a causa della distruzione del loro habitat, del bracconaggio e del commercio illegale.

“Queste nuove scoperte individuate nel Mekong devono essere protette a ogni costo da collezionisti senza scrupoli disposti a spendere migliaia di dollari o più per portarsi a casa le specie più rare, uniche e a rischio estinzione del mondo”, ha detto Stuart Chapman, rappresentante del WWF nella regione del Mekong.

Ti potrebbe interessare
Ambiente / Gli ultimi sette anni sono stati i più caldi di sempre
Ambiente / Wwf, almeno 160 le specie estinte negli ultimi dieci anni. C’è la mano dell’uomo
Ambiente / Altro che oro! I Lego rendono molto di più
Ti potrebbe interessare
Ambiente / Gli ultimi sette anni sono stati i più caldi di sempre
Ambiente / Wwf, almeno 160 le specie estinte negli ultimi dieci anni. C’è la mano dell’uomo
Ambiente / Altro che oro! I Lego rendono molto di più
Ambiente / C’è un albero in Alaska che può salvare il mondo
Ambiente / La salute riproduttiva delle donne viaggia sulle gobbe di un cammello
Ambiente / Palma da olio: okay con una filiera sostenibile
Ambiente / Che asfalto mi metto? Come cambiare strada e guadagnarci (di L. Telese)
Ambiente / Stop all’allevamento di animali da pelliccia
Ambiente / Come ripulire gli oceani con YouTube
Ambiente / Alaska, il termometro arriva a 19,4°: è la temperatura più alta mai registrata a dicembre