Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:22
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Ambiente

Marmolada, il glaciologo: “Tragedia destinata a ripetersi, il ghiacciaio potrebbe scomparire entro 20 anni”

Immagine di copertina
Credit: Soccorso alpino/Xinhua via ZUMA Press

Marmolada, il glaciologo: “Tragedia destinata a ripetersi, il ghiacciaio potrebbe scomparire entro 20 anni”

La tragedia avvenuta ieri sulla Marmolada è destinata a ripetersi. È quanto dichiarato dal professor Renato Colucci, docente di glaciologia dell’Università di Trieste e ricercatore del Cnr, che in un’intervista a Il Corriere della Sera, ha spiegato alcuni dei fattori che hanno provocato il distacco di parte del ghiacciaio della Marmolada, il più grande delle Dolomiti, causando finora sei morti e otto feriti, di cui due gravi.

“Purtroppo, eventi tragici come quello accaduto sulla Marmolada sono, probabilmente, destinati a ripetersi”, ha detto Colucci, affermando che a causa dei cambiamenti climatici, i ghiacciai non sono più in equilibrio “perché si è creato un clima diverso da 30 anni fa che non sostiene più la loro esistenza”.

Il distacco eccezionale, che ha visto un fronte di circa 200 metri cadere per un chilometro e mezzo, alla velocità di circa 300 chilometri orari, sarebbe dovuto alle “temperature anomale che da maggio si registrano in quota”. “ A seconda dei posti, sono state anche di 10 gradi sopra ai valori normali. Poi lo scorso inverno è fioccato poco ed è venuta meno la protezione che la neve fornisce d’estate ai ghiacciai”. Secondo il ricercatore, a questi fattori si è aggiunta anche la forte ondata di calore delle ultime settimane che ha prodotto grandi quantità di acqua fra la base della montagna e il ghiacciaio. Il crollo, ha affermato Colucci, è avvenuto “nelle condizioni peggiori per distacchi di questo tipo: tanto caldo e tanta acqua sotto. Purtroppo succederà ancora anche per via delle condizioni del ghiacciaio”.

Pessimistica la previsione per il futuro: “la scomparsa del ghiacciaio potrebbe avvenire anche entro vent’anni”. Una finestra molto più stretta rispetto alle previsioni fatte solo sette anni fa, quando si prevedeva la scomparsa del ghiacciaio entro il 2050. Dal 2015, quando era stata condotta una ricerca con il Cnr, “la situazione è peggiorata molto per via dei cambiamenti climatici più accelerati che hanno portato all’aumento delle temperature”.

Ti potrebbe interessare
Ambiente / I guardiani della Terra: reportage da Torino con gli attivisti del clima
Ambiente / È arrivato l’abbonamento cartaceo del settimanale di The Post Internazionale
Ambiente / TPI Fest Bologna 2022 | La Festa di The Post Internazionale (15-16-17 settembre) | Programma e Ospiti
Ti potrebbe interessare
Ambiente / I guardiani della Terra: reportage da Torino con gli attivisti del clima
Ambiente / È arrivato l’abbonamento cartaceo del settimanale di The Post Internazionale
Ambiente / TPI Fest Bologna 2022 | La Festa di The Post Internazionale (15-16-17 settembre) | Programma e Ospiti
Ambiente / Strage di squali all’Elba per mano di pescatori
Ambiente / In 60 anni foreste diminuite del 60% a persona: oggi mezzo ettaro a testa
Ambiente / Greta non si presenta al summit Fridays for Future a Torino. C’è chi parla di “De-Gretizzazione” del movimento
Ambiente / A Torino il meeting europeo dei Fridays for Future con Greta Thunberg
Ambiente / Gli iceberg della Groenlandia hanno perso 6 miliardi di tonnellate d’acqua al giorno
Ambiente / Incendi, continua l’emergenza: in fiamme il Carso e la Versilia. Atene, brucia la periferia nord: 12 feriti
Ambiente / Marmolada: si è formato nuovo grande crepaccio di 200 metri