Covid ultime 24h
casi +22.930
deceduti +630
tamponi +148.945
terapie intensive +9

Anche Leonardo Di Caprio contro la prigione delle balene: il video shock

La petizione per liberare i cetacei sta dilagando su Change.org

Di Beatrice Tomasini
Pubblicato il 28 Feb. 2019 alle 16:35 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 02:47
0

Leonardo di Caprio è solo l’ultima star che si è unita alla battaglia contro la “prigione” delle balene e delle orche di Primorskiy in Russia. Dopo Pamela Anderson e l’esploratore Jean-Micheal Cousteau, anche il divo americano ha dato il suo sostegno alla petizione lanciata su Change.org. Al momento sono state raccolte 900mila firme in tutto il mondo e la notizia sta rimbalzando dagli Stati Uniti all’Australia.

Di Caprio, ecologista convinto, ha condiviso sui suoi profili Twitter e Facebook l’appello della piattaforma di petizioni online per chiedere la liberazione dei cetacei da parte del Presidente russo. Sarebbero circa un centinaio le orche e le beluga rinchiuse in recinti angusti sulla costa orientale russa e pronte per essere vendute al mercato cinese.

Questi animali sono tutelati da norme internazionali e cacciarli è vietato, eccezione fatta per le ricerche scientifiche. Leggi di più: La prigione illegale delle balene: così i cetacei diventano merce.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.