Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:39
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Ambiente

Le banane sono a rischio estinzione?

Immagine di copertina
Credit: Getty Images

La varietà originaria del Madagascar, è l'unica in grado di resistere al parassita che minaccia i banani Cavendish ma ne esistono solo 5 esemplari

Un esemplare di banana selvatica che potrebbe contenere la chiave per proteggere il raccolto di banane commestibili del mondo è stata inserita nell’elenco delle specie in via di estinzione.

Questo particolare tipo di frutto si trova solo in Madagascar, dove ci sono solo cinque alberi maturi rimasti.

Secondo gli scienziati, la pianta ha bisogno di essere conservata, in quanto potrebbe contenere il segreto per salvare le banane in futuro.

La maggior parte delle banane che si consumano nel mondo appartengono al tipo denominato Cavendish, che può essere uccisa da un parassita delle piante.

La sfida adesso è sviluppare nuove varietà di banane che siano siano saporite, commestibili e abbastanza forti per sopravvivere gli attacchi della malattia di Panama, che attacca queste piante.

La banana del Madagascar si è evoluta in isolamento sull’isola e sembra avere proprietà speciali.

Richard Allen, esperto in tecniche di conservazione del Giardino reale botanico, ha spiegato che la specie del Madagascar potrebbe avere una tolleranza intrinseca alla siccità e alla malattia che colpisce di solito questo tipo di alberi da frutta.

“Non contiene il parassita di Panama, per cui potrebbe avere dei tratti genetici che contrastano la malattia”, ha spiegato l’esperto.

Il problema però è che esistono ancora pochi esemplari di questo tipo di albero di banane, che risulta quasi estinto.

Gli esperti sperano che l’inserimento della pianta nella Lista rossa ufficiale dell’Unione internazionale per la conservazione della natura possa aumentare la consapevolezza del pubblico sull’importanza della pianta e sul bisogno di impegnarsi nella sua conservazione.

I banani crescono generalmente ai margini delle foreste, dove sono più vulnerabile ai danni causati da eventi meteorologici, disboscamento, incendi e agricoltura.

Le piante di banana sono tutte uguali, per cui se la malattia è presente in una può diffondersi velocemente tra l’intera popolazione.

Possiamo ancora comprare le banane?

Per adesso sì, ma non è sicuro che sarà così anche in futuro.

Al momento, la malattia che colpisce le banane Cavendish è stata registrata solo in Asia, ma se dovesse diffondersi nelle Americhe, potrebbe distruggere il raccolto di banane del mondo.

Un episodio simile si era già verificato negli anni Cinquanta, quando il tipo di banana noto come Gros Michel si estinse e fu sostituito dalle banane Cavendish.

Tutte le varietà di questo frutto presenti attualmente sul mercato appartengono alla famiglia delle Cavendish.

Ti potrebbe interessare
Ambiente / La moda uccide l’Amazzonia
Ambiente / Gli albatros “divorziano” più spesso e la colpa è della crisi climatica
Ambiente / Marocco: il fiume Muluia scompare nella sabbia
Ti potrebbe interessare
Ambiente / La moda uccide l’Amazzonia
Ambiente / Gli albatros “divorziano” più spesso e la colpa è della crisi climatica
Ambiente / Marocco: il fiume Muluia scompare nella sabbia
Ambiente / Lunga vita alla farfalla monarca
Ambiente / Rinunciare all’auto è un gioco da ragazzi
Ambiente / Guidare un tir in Svezia risparmiando CO2: la sfida dei trasporti pesanti per un futuro verde
Ambiente / In Asia i bambini saranno più bassi a causa del clima?
Ambiente / Le donne investono nel green più degli uomini
Ambiente / Tredici proposte per reinventare la sostenibilità
Ambiente / Alla Cop26 ha vinto l’India. Adesso lo dice pure Cingolani