Otto falsi miti sul cibo a cui dovremmo smettere di credere
Condividi su:

Otto falsi miti sul cibo a cui dovremmo smettere di credere

Le modo in campo alimentare demonizzano alcuni alimenti, mentre ne mitizzano altri. Ecco alcuni luoghi comuni più diffusi, smontati uno per uno

28 Giu. 2017  
cibo detox

Viviamo in un’epoca in cui l’attenzione alla propria salute è sicuramente aumentata rispetto al passato. Ma probabilmente, di pari passo alla maggiore coscienza di quello che ingeriamo, sono aumentate le mode e le tendenze in campo alimentare, che demonizzano alcuni cibi e contemporaneamente ne mitizzano altri.

È facile cadere nella trappola di credere che ci sia un trucco magico, che disintossicherà completamente il tuo corpo, che ti aiuterà a perdere peso e abbasserà il tuo colesterolo.

Le nutrizioniste Grace Derocha e Frida Harju, intervistate da Business Insider, hanno smontato otto luoghi comuni sull’alimentazione.

– LEGGI ANCHE: Perché se siete drogati di cibo le diete vi serviranno a poco

Le verdure surgelate non sono sane come quelle fresche

Questo è un problema di lunga data. A volte i prodotti freschi hanno più sostanze nutritive di quelli congelati, ma spesso i prodotti freschi perdono alcuni dei loro nutrienti attraverso l’esposizione all’ossigeno e alla luce del sole.

È buona norma quindi acquistare prodotti congelati quando non sono di stagione e prodotti freschi quando sono di stagione.

I dolcificanti artificiali sono migliori dello zucchero

È diffusa l’idea che i dolcificanti artificiali siano migliori dello zucchero puro per addolcire bevande o cibi.

“Molti edulcoranti artificiali sono prodotti chimici altamente elaborati e l’organismo della maggior parte delle persone non riesce a tollerarli, andando in contro a problemi digestivi e a mal di testa”, sottolinea Derocha, consigliando di usare miele, agave, o radice di stevia cruda.

I succhi e le centrifughe disintossicano l’organismo

È convinzione diffusa quella secondo cui le diete detox eliminano dal nostro corpo le tossine nocive. Questi succhi però possono essere pericolosi perché liberano l’organismo anche da importanti nutrienti e calorie in modo che il corpo sia costretto ad avere fame. Ecco perché si perde peso in modo così veloce quando si intraprende un programma detox.

La scelta migliore è contare sui meccanismi naturali di pulizia del tuo corpo, consumare alimenti nutrienti, rimanere attivi, controllare le quantità assunte e bere molta acqua.

I carboidrati sono un nemico per il nostro organismo

Le diete senza glutine – per i non celiaci – e quelle senza carboidrati rappresentano alcune delle convinzioni salutiste più dannose per l’organismo umano.

– LEGGI ANCHE: Perché essere celiaci per moda è dannoso oltre che inutile

Sappiamo già che le diete senza glutine – se non necessarie per la patologia della celiachia – sono una cattiva idea, ma Derocha sottolinea che non tutti i carboidrati sono uguali. I carboidrati complessi del grano o del frumento integrale infatti contengono livelli sani di sostanze nutritive e fibre.

Mangiare cibi grassi ti renderà grasso

Per decenni, i grassi sono stati il ​​nemico numero uno dei salutisti. Ma ora i nutrizionisti stanno rivalutando questo rigido assunto.

I grassi sono un elemento necessario nelle nostre diete, in quanto il corpo non è in grado di trattare alcune vitamine senza che il grasso aiuti ad assimilarle nell’organismo.

“È importante non eliminare tutti i grassi dalla nostra dieta, ma piuttosto conoscere la differenza tra le diverse varietà”, spiegano le nutrizioniste, raccomandando di usare i grassi monoinsaturi, come quelli contenuti in alimenti come l’olio d’oliva, il pesce, l’avocado e le noci.

 

 

 

Avere voglia improvvisa di cibo significa avere una carenza nutrizionale

Secondo una credenza popolare, quando si ha un improvviso desiderio di carne o latticini, significa che il nostro corpo sta cercando di dirti qualcosa.

“È difficile sostenere che la voglia di cibo sia collegata a carenze nutrizionali”, spiega Derocha. “Spesso, è un modo per la gente di giustificare le abbuffate”.

Secondo la nutrizionista, la causa potrebbe essere piuttosto nella carenza di acqua e liquidi nel nostro corpo.

Mangiare dopo le sei del pomeriggio è una cattiva idea

Mangiare durante la notte ha sempre avuto connotazioni cattive: è uno dei miti più diffusi. Ma è troppo generalizzante

“Il tuo corpo non sa che ora è, sa solo quante calorie vengono assunte”, sostiene la nutrizionista Frida Harju.

Il carbone attivo è un superfood

Mangiare carbone attivo – e persino lavarsi i denti con un dentifricio a base di carbone vegetale – è l’ultima tendenza in campo alimentare. Eppure, secondo gli esperti nutrizionisti, il carbone attivo non è così “super” come i suoi estimatori pensano.

“Il carbone attivo è conosciuto per le sue proprietà di assorbimento, ma può anche esaurire le riserve di sostanze nutritive di cui il corpo ha bisogno”, spiega Derocha. “Gli integratori a base di carbone attivo, o vegetale, ​​possono diminuire l’efficacia dei farmaci che la gente assume”.

– LEGGI ANCHE: 18 abitudini diffusissime che sarebbe il caso di interrompere