Me

Kit Harington e quello che ha “odiato” di Game of Thrones

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 19 Ago. 2019 alle 10:03 Aggiornato il 19 Ago. 2019 alle 10:37
Immagine di copertina

Kit Harington confessa quello che ha “odiato” di Game of Thrones

Ci sono tante cose che un fan di Game of Thrones ha odiato del finale di serie, così come alcuni attori non hanno sempre apprezzato il loro ruolo all’interno della grande macchina. Per Kit Harington, che ha interpretato Jon Snow per ben otto stagioni, non è stato sempre tutto rose e fiori.

Dopo qualche mese dalla conclusione di una delle serie televisive più amate degli ultimi anni, Harington – che ha attraversato un periodo difficile che l’ha visto anche andare in rehab – ha riflettuto circa la sua esperienza all’interno del grande meccanismo che ha rappresentato Game of Thrones e ha decretato quello che non gli è piaciuto e che, anzi, ha odiato della serie.

Kit Harington | Cosa ha odiato di Game of Thrones

Un esempio? Le riprese che includevano le sequenze con i draghi. “Emilia Clarke [che interpreta Daenerys] se n’è lamentata per intere stagioni e io l’ho sempre sminuita dicendole ‘Sì certo, tu non sei mai stata nel fango in Irlanda del Nord”.

Le scene sono state realizzate tramite l’apposita (e scomoda) attrezzatura per simulare la cavalcata sul dorso dei draghi. Se in un primo momento Kit Harington aveva ritenuto esagerata la reazione della collega, quando poi è giunto il suo turno di sedere sul dorso del drago, l’attore si è ricreduto. “Aveva assolutamente ragione. È stato orribile. Non stai recitando, non sarà mai recitazione quella e di certo non ho firmato per fare questo. Da uomo, lo trovo molto scomodo”, ha dichiarato l’attore come si legge sull’Independent.

Un’altra scena che ha profondamente odiato è stata la grande battaglia dell’ultima stagione – La lunga notte – ma, a mente fredda, ha ricalcolato il suo punto di vista. “Per quanto sia stato difficile, si tratta pur sempre di Game of Thrones e c’era tutta l’essenza della serie in quelle sequenze, esattamente come doveva essere. Un set completamente costruito, centinaia di comparse all’interno delle scene e tutti noi assemblati come un’unica grande entità. In un primo momento l’ho odiato, ma a mente fredda posso dire di avere bei ricordi di quell’esperienza”.

Kit Harington non è l’unico attore del cast ad aver espresso opinioni contrastanti circa la serie tv. Anche Richard Madden – appena scritturato per interpretare il primo supereroe gay in casa Marvel – ha dichiarato non molto tempo fa di essere stato felice di essere stato eliminato ai tempi d’oro della serie. “È stato difficile mettere un punto alla mia esperienza nella serie perché dall’inizio alla morte del mio personaggio sono passati 5 anni di riprese. Gli attori che sono arrivati fino alla fine invece hanno collezionato ben 11 anni d’esperienza nelle vesti degli stessi personaggi. Date a questi ragazzi una medaglia, perché è stata una maratona”.