Me

Cancellate tre puntate di Che tempo che fa, la replica della Rai a Fabio Fazio

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 13 Mag. 2019 alle 00:03
Immagine di copertina

Che tempo che fa chiude | Che tempo che fa ultima puntata | Rai | Fabio Fazio | Puntate cancellate | Salvini | Replica Rai

In apertura della trasmissione Fabio Fazio ha annunciato che le ultime tre puntante del suo programma Che tempo che fa sono state cancellate. La decisione, dice Fazio, è stata dalla Rai. Ma i vertici di piazza Mazzini hanno smentito le sue parole.

Fabio Fazio la replica della Rai | I vertici di piazza Mazzini smentiscono | La risposta

Rai 1 ha risposto alle dichiarazioni di Fabio Fazio in merito al taglio delle puntante previste il 20 e 27 maggio e il 3 giugno.

I vertici di piazza Mazzini hanno risposto alle domande dell’Agi sottolineando che “come era già avvenuto nei lunedì successivi alle recenti tornate amministrative, anche per queste elezioni europee “Porta a Porta” prenderà il posto di “Che Fuori Tempo che Fa” in seconda serata”.

Il 20 maggio non andrà in onda Che tempo che fa “per poter articolare il calendario della comunicazione elettorale prima della consultazione, concordemente con la Commissione di Vigilanza”.

Lunedì 27 maggio, invece, la puntante non andrà in onda per seguire le elezioni, “perché come di consueto sarà Porta a Porta a commentare i risultati con uno Speciale, secondo tradizione”.

Infine, l’ultima puntata di lunedì 3 giugno, Fazio non sarà in tv perché – “anche a seguito di verifiche con la struttura” – è stata considerata l’opportunità di non riprendere per una sola puntata dopo una lunga interruzione, “riducendo così ai minimi costi elevati e spese inutili e recuperando anche sulle spese generate dal fermo”.

La Rai ha spiegato che la decisione “rientra nelle normali forme di cambiamento anche radicale dei palinsesti, dovuto ai periodi elettorali”.

Che tempo che fa chiude ultima puntata | Puntate cancellate Che tempo che fa | Che tempo che fa chiude

Fabio Fazio ha annunciato che a partire dal 27 maggio la Rai ha deciso di tagliare tre puntate della trasmissione del lunedì di Che tempo che fa.

“Un avviso al nostro pubblico: domani sarà l’ultima puntata del lunedì sera, ci è stato comunicato che le ultime tre non andranno in onda”, ha dichiarato il conduttore.

La trasmissione politica ha totalizzato un milione e mezzo di spettatori di media e il 13 per cento di share. Fazio ha dato l’annuncio delle tre puntate cancellate ringraziando il pubblico e sottolineando i grandi risultati della sua trasmissione.

Dopo l’annuncio Fabio Fazio ha invitato lo scrittore Roberto Saviano a salire sul palco e ha lanciato il collegamento da Lampedusa con il sacerdote a bordo della Mare Jonio, Don Mattia Ferrari, 25 anni.

Che tempo che fa chiude | Salvini Fazio scontro | Da diversi mesi, uno dei cavalli di battaglia di Matteo Salvini è attaccare Fabio Fazio per il suo stipendio. (Qui quanto guadagna Fabio Fazio)

Il leader della Lega ha rifiutato l’invito del conduttore della Rai e non ha partecipato al programma. “Ci andrò quando si sarà tagliato lo stipendio“, ha ripetuto l’ultima volta Salvini.

Fazio aveva risposto al vicepremier in diretta a inizio puntata: “Questa sera dopo Forza Italia avremmo dovuto ospitare la Lega, in particolare il suo segretario Matteo Salvini, a cui abbiamo ripetuto molte volte inviti senza ricevere risposta formale. Il ministro però ha fatto sapere in numerosi interventi pubblici, nei suoi comizi elettorali, che non sarebbe intervenuto. Sarebbe stato invece interessante consentire al pubblico di Che tempo che fa di poter ascoltare le sue opinioni circa i temi dell’Europa, i recenti tragici fatti di Napoli, e naturalmente tutta l’attualità politica”.

Quanto guadagna il conduttore di Che tempo che fa Fabio Fazio | Stipendio

Salvini fa il bullo con Fazio: il conduttore in diretta TV risponde così

Salvini contro Fazio: “Stasera in tv ci sarà un buco di tre quarti d’ora”

Lega: “Nessuno da Fazio finché non cala lo stipendio”

Rai, il presidente Foa contro Fazio: “Il suo stipendio crea un problema di opportunità”