Me

I sondaggi politici sui partiti: tutti gli ultimi dati su Lega, Pd, M5S, Fdi, Forza Italia, sinistra e altri

I numeri degli istituti demoscopici sulle intenzioni di voto degli italiani

Di Donato De Sena
Pubblicato il 12 Set. 2019 alle 10:53 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 15:18
Immagine di copertina
Salvini, Conte, Di Maio, Zingaretti

Sondaggi politici sui partiti: Lega, Pd, M5S e altri

I sondaggi politici sui partiti confermano il calo della Lega delle ultime settimane ma segnalano anche che il Carroccio mantiene un ampio margine di vantaggio su Pd e M5S. I dati pubblicati negli ultimi giorni da alcuni dei più noti istituti demoscopici italiani indicano i leghisti lontani dal 35-40 per cento dei consensi che veniva stimato ad inizio agosto, prima della crisi di governo, ma ancora saldamente oltre quota 30. Ecco qui tutti i numeri sulle intenzioni di voto al Carroccio, al Partito Democratico, al Movimento 5 Stelle e Fdi, Forza Italia, +Europa, sinistra e altre formazioni minori.

EUROMEDIA RESEARCH

Secondo un sondaggio realizzato da Euromedia Research di Alessandra Ghisleri tra il 9 e il 10 settembre, diffuso nel corso della trasmissione di Raiuno Porta a Porta, se si votasse oggi per le Elezioni Politiche la Lega otterrebbe il 33,9 per cento delle preferenze, un livello di voti più alto di quello stimato da altri istituti, contro il 20,6 per cento del Partito Democratico e il 19,7 del Movimento 5 Stelle. Il partito di Matteo Salvini viene valutato vicino a quanto ottenuto alle Europee del 26 maggio scorso, il 34,3 per cento.

Viene confermato poi il livello basso di Forza Italia, ora al 6,6 per cento dell’8,8 raccolto alle urne quattro mesi fa. Fratelli d’Italia sarebbe invece al 6,4, +Europa al 2,7, Sinistra Italiana al 2,6, Siamo Europei di Carlo Calenda all’1,4, Cambiamo di Giovanni Toti all’1,4 per cento, i Verdi allo 0,9, Mdp-Articolo Uno allo 0,3, altre formazioni minori al 3,5.

Lega: 33,9 per cento
Pd: 20,6
M5S: 19,7
Forza Italia, 6,6
Fdi: 6,4
+Europa: 2,7
Sinistra Italiana: 2,6
Siamo Europei: 1,4
Cambiamo: 1,4
Verdi: 0,9
Mdp-Articolo Uno: 0,3
Altri partiti: 3,5

Tutti i sondaggi politici sui partiti di inizio settembre

EMG ACQUA

È recente anche sondaggio di Emg Acqua del 10 settembre diffuso due giorni dopo su Raitre ad Agorà, che valuta la Lega al 33,3 per cento e il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle oltre dieci punti più giù, rispettivamente al 23 e 19,7 per cento. Pù alti della media i valori di Forza Italia e Fratelli d’Italia.

Lega: 33,3 per cento
Pd: 23,0
M5S: 19,7
Forza Italia: 7,8
Fdi: 7,0
+Europa: 2,6
La Sinistra: 1,8
Europa Verde: 1,2
Cambiamo: 1,0
Altri partiti: 2,6

sondaggi politici
Il sondaggio di Emg pubblicato il 12 settembre

IXÈ

Tra gli ultimi sondaggi politici sui partiti ad attribuire un dato più basso della media alla Lega è la rilevazione dell’istituto Ixè realizzata tra il 9 e il 10 settembre e diffusa il giorno 10 nel corso del programma di Raitre Cartabianca. Il Carroccio viene segnalato al 30 per cento, a circa 8 punti dalle due principali forze a sostegno del governo Conte bis. Il Partito Democratico nella stessa rilevazione è al 22,6 per cento. Il Movimento 5 Stelle al 22. Fratelli d’Italia al 7,9. Forza Italia al 7,4.

Per quanto riguarda le formazioni minori sembra positivo il dato di +Europa, il 4,2 per cento dei voti potenziali, ma tutti gli altri restano sotto il 3 per cento che la legge elettorale in vigore per le Politiche indica come soglia di sbarramento nella parte proporzionale. La Sinistra viene stimata al 2,5 per cento. Europa Verde all’1,4.

Lega: 30,0 per cento
Pd: 22,6
M5S: 22,0
Fdi: 7,9
Forza Italia: 7,4
+Europa: 4,2
La Sinistra: 2,5
Europa Verde: 1,4
Altri partiti: 2,0

DEMOPOLIS

È di circa 10 punti percentuali il margine tra Lega e i due grandi partiti di governo nel sondaggio realizzato da Demopolis il 9 e 10 settembre per il programma di La7 Otto e Mezzo. In questo caso il Carroccio viene stimato al 32,5 per cento. Il Partito Democratico conserva un margine leggero sul Movimento 5 Stelle: 23,2 contro 21,8. Per quanto concerne le forze minori del centrodestra, Fratelli d’Italia è più su di Forza Italia, al 7 per cento contro il 6,5. Poi la Sinistra e Leu. Tutti gli altri sotto la soglia di sbarramento.

Lega: 32,5 per cento
Pd: 23.2
M5S: 21,8
Fdi: 7,0
Forza Italia: 6,5
La Sinistra-Leu: 3,0
Altri partiti: 3,0

Tutti i sondaggi elettorali di inizio settembre

SWG

È alto il dato della Lega anche nel sondaggio politico di Swg effettuato tra il 4 e il 9 settembre per La7. Da segnalare in questo caso il dato di Cambiamo di Toti, movimento che viene dato al 2,3 per cento, una quota di voti vicina a quella della sinistra radicale, dei Verdi e dei liberai ed europeisti di +Europa.

Lega: 33,4 per cento
Pd: 22,1
M5S: 21,0
Fdi: 7,2
Forza Italia: 5,2
+Europa: 2,6
Sinistra Italiana: 2,3
Cambiamo: 2,3
Verdi: 2,2
Altri partiti: 1,7

TECNÈ

Tra i vari sondaggi politici sui partiti un dato più basso della media alla Lega viene attribuito anche da Tecnè nella rilevazione dell’8-9 settembre per Mediaset, diffusa nel corso della trasmissione Quarta Repubblica. Il partito di Salvini viene indicato al 30,5, in calo dal 31 rilevato nel precedente sondaggio dello stesso autore. Calano leggermente anche Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, rispettivamente al 24,2 e al 22,2 per cento.

Lega: 30,5 per cento
Pd: 24,2
M5S: 22,2
Forza Italia: 7,8
Fdi: 7,1
+Europa: 2,6
Europa Verde: 1,5
La Sinistra: 1,7
Altri partiti: 2,4

Tutti gli ultimi sondaggi elettorali partito per partito

Dove vedere i sondaggi sui partiti

La pubblicazione dei sondaggi politici italiani, riguardanti le intenzioni di voto ai partiti ma non solo, è regolata dalla legge sulla par condicio del 2000, un testo che vieta la diffusione di rilevazioni sul consenso delle forze politiche a due settimane dagli appuntamenti elettorali. “Nei 15 giorni precedenti la data delle votazioni – recita una norma – è vietato rendere pubblici o, comunque, diffondere i risultati di sondaggi demoscopici sull’esito delle elezioni e sugli orientamenti politici e di voto degli elettori, anche se tali sondaggi sono stati effettuati in un periodo precedente a quello del divieto”.

La stessa legge stabilisce che tutti i sondaggi politici per essere pubblicati devono essere accompagnati da informazioni su:

  • il soggetto che ha realizzato la rilevazione,
  • il committente;
  • l’acquirente;
  • i criteri seguiti per la formazione del campione intervistato;
  • il metodo di raccolta delle informazioni e di elaborazione dei dati;
  • il numero delle persone interpellate e l’universo di riferimento;
  • le domande rivolte;
  • la percentuale delle persone che hanno risposto alle domande;
  • la data in cui il sondaggio è stato realizzato.

La legge sulla parcondicio stabilisce poi che i risultati dei sondaggi devono essere riportati su un apposito sito web istituito e tenuto a cura del Dipartimento per l’informazione e l’editoria presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri: Sondaggipoliticoelettorali.it.