Me

Sondaggi europee 2019: in Germania è previsto un boom dei Verdi

Di Luca Serafini
Pubblicato il 25 Mag. 2019 alle 16:24 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:19
Immagine di copertina
Credit: AFP / TOBIAS SCHWARZ

Sondaggi Europee 2019 | Germania | Verdi 

Gli ultimi sondaggi disponibili a ridosso del voto prevedono un boom dei Verdi in Germania, con un consenso che è attestato al 18,6 per cento, pari a ben 19 seggi (qui tutte le previsioni sulle europee).

Si tratterebbe di un balzo in avanti di ben 8 punti rispetto alle elezioni del 2014, quando il partito ambientalista tedesco ottenne il 10,7 per cento.

Notizie molto meno buone, secondo quanto riportano gli istituti demoscopici tedeschi, sembrano in arrivo per il partito della Cancelliera Angela Merkel.

La Cdu/Csu rischia infatti di scivolare sotto il 30 per cento, quando alle scorse europee aveva preso il 35,3.

Pessime notizie anche per i socialdemocratici: la Spd è infatti attestata al 18,3 per cento dei consensi (8 punti in meno del 2014).

Dati che testimoniano come, di fatto, la vera opposizione alla destra moderata tedesca non sia più quella dei socialisti, bensì degli ambientalisti.

Importante anche la circostanza che i Verdi, in Germania, hanno una posizione fortemente europeista.

Sondaggi europee 2019 | Gli exit poll in Irlanda – Il boom dei Verdi tedeschi, se i dati reali dovessero confermare i sondaggi, farebbe il paio con l’ottima performance del partito ambientalista in Irlanda (qui vi spieghiamo chi sono i Verdi irlandesi).

Secondo i primi exit poll diffusi sul voto irlandese, infatti, a Dublino grandissimo i Verdi avrebbero conquistato 23 per cento dei voti.

Una performance importantissima, che li proietterebbe come prima forza politica nella capitale irlandese, 9 punti avanti rispetto a Fine Gael, la formazione politica attualmente al governo del paese.

A livello nazionale, in Irlanda in testa ci sono proprio Fine Gael (che fa parte del Ppe) del premier Leo Varadkar e il Fianna Fail (alleato con Alde) di Michael Martin, entrambi attorno al 23 per cento. Si tratta di due partiti moderati ed europeisti. Per i Verdi il risultato è comunque ottimo anche a livello nazionale, con il 10 per cento.

L’effetto Greta Thunberg, con le manifestazioni globali per il clima che stanno affollando le piazze di tutta Europa, sembra quindi farsi sentire eccome in queste elezioni.