Me

Cosa sono e come funzionano le onde gravitazionali

Un video spiega cosa sono e come funzionano le onde gravitazionali, e perché provocheranno un effetto domino nel modo in cui concepiamo l'universo

Di TPI
Pubblicato il 12 Feb. 2016 alle 20:17 Aggiornato il 3 Ott. 2017 alle 18:59
Immagine di copertina

Martedì 3 ottobre 2017, gli scienziati Rainer Weiss, Barry Barish e Kip Thorne hanno vinto il premio Nobel per la fisica del 2017 grazie al loro contributo decisivo nell’osservazione delle onde gravitazionali.

Era l’11 febbraio del 2016 quando gli scienziati dell’osservatorio scientifico Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory (Ligo) hanno annunciato di aver individuato, per la prima volta, le onde gravitazionali che aveva teorizzato lo scienziato Albert Einstein nella sua teoria della relatività.

Ogni volta che ci alziamo dal letto, che camminiamo, che spostiamo un oggetto, produciamo onde gravitazionali, ma più un evento è di vasta portata, più grandi sono le onde gravitazionali che produce. Le onde attraversano dunque la Terra continuamente, ma non è possibile notare la loro azione di distorsione dello spazio intorno a noi, perché al momento del loro arrivo le loro vibrazioni sono di grandezza infinitesimale.

— COSA SIGNIFICA LA SCOPERTA DELLE ONDE GRAVITAZIONALI 

Eventi come il Big Bang o la formazione di buchi neri, ad esempio, sono in grado di generare onde gravitazionali di una straordinaria portata energetica, ma nonostante l’enormità di questi eventi, le variazioni causate dalle vibrazioni sono inferiori alle dimensioni di un atomo.

— TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SULLA SCOPERTA DELLE ONDE GRAVITAZIONALI 

(Qui sotto: un video dei fisici Umberto Cannella e Daniel Whiteson spiega – con sottotitoli in italiano – come funzionano le onde gravitazionali)