Me

Viaggiare da Londra a New York in meno di 4 ore sarà possibile con l’aereo supersonico Overture

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 10 Lug. 2019 alle 10:58 Aggiornato il 10 Lug. 2019 alle 11:30
Immagine di copertina

Aereo supersonico Overture | Era il 2003 quando venne effettuato l’ultimo volo per il Concorde, il jet supersonico in grado di viaggiare ad una velocità superiore ai 2.000 km/h dimezzando, di fatto, i tempi di percorrenza delle tratte aeree. Un modello tanto avveniristico quanto complesso da gestire e costoso da mantenere: ad accantonare definitivamente il progetto Concorde contribuì, infine, la tragedia del volo Air France 4590, che il 25 luglio del 2000 si schiantò su un hotel poco dopo il decollo da Parigi provocando 113 vittime.

Anni dopo la dismissione del Concorde, il volo supersonico commerciale potrebbe presto tornare a essere realtà. La società americana Boom Supersonic ha infatti rivelato un investimento da 100 milioni di dollari in Overture, un jet passeggeri da 55 posti capace di viaggiare al doppio della velocità del suono con un’autonomia di 5.180 miglia (9.593 chilometri) con un occhio all’ambiente.

Aereo supersonico Overture

L’obiettivo dell’azienda è permettere la tratta dall’Europa agli Stati Uniti in sole 3 ore e mezza di volo, con un aereo di nuova generazione.

Secondo il Ceo e fondatore dell’azienda l’obiettivo non dovrebbe essere lontano. Secondo Blake Scholl, ceo e fondatore dell’azienda, entro fine 2019 sarà presentato il nuovo aereo e nel 2020 sosterrà il primo volo di prova. Si tratterà, tuttavia, dell’XB-1, un modello in scala di Overture, per due persone.

Bambino nasce in aereo, la compagnia gli regala voli gratuiti per tutta la vita

La fase di test è in fase di completamentp e si sta per entrare successivamente in quella di assemblaggio.

Prima di vedere operativo l’Overture, però, ci vorrà più tempo: i voli, con passeggeri a bordo, non saranno disponibili prima del biennio 2025-2027.

Aereo supersonico Overture

Il Ceo ha infatti spiegato che l’attenzione sarà massima e la fase di test durerà molti anni: “Siano su componenti o materiali, sistemi o anche l’intera struttura, dobbiamo continuare a testare: vogliamo che i nostri velivoli siano sicuri, affidabili ed efficienti”.