Me

Crisi di governo, il colloquio di Salvini e Conte a Palazzo Chigi

Di Maria Teresa Camarda
Pubblicato il 7 Ago. 2019 alle 19:41 Aggiornato il 7 Ago. 2019 alle 20:22
Immagine di copertina

Salvini e Conte a Palazzo Chigi

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini e il premier Guseppe Conte si sono riuniti nel tardo pomeriggio di oggi, 7 agosto, a Palazzo Chigi. Salvini è giunto nella sede del Consiglio dei ministri per il colloquio poco dopo le 19 e ne è uscito circa un’ora dopo.

Stando alle prime indiscrezioni, la richiesta del vicepremier leghista, dopo la prova di forza oggi in Senato sulla Tav, potrebbe essere quella di un “cambio” nella squadra di governo. E la “testa” da far saltare sarebbe innanzitutto quella del ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, con cui da giorni la tensione è molto alta, così come il botta e risposta a suon di dichiarazioni a mezzo stampa.

A rischiare anche la ministra della Difesa Elisabetta Trenta, anche lei “sgradita” al vicepremier.

L’incontro tra il presidente Conte e il ministro Salvini è stato “lungo, pacato e cordiale”: lo feriscono fonti leghiste di Palazzo Chigi.

Questa sera, intanto, il vicepremier leghista è atteso a Sabaudia per un comizio. E fonti vicine al leader del Carroccio hanno parlato di “un annuncio importante” che arriverà proprio dal palco della cittadina del litorale romano.

> Crisi di governo: tutti gli aggiornamenti

Giallo, invece, sulla presenza dell’altro vicepremier, il grillino Luigi Di Maio, a Palazzo Chigi.

Dopo la spaccatura della maggioranza oggi al Senato sul voto sulla Tav, con il Movimento 5 stelle “abbandonato” dalla Lega – che ha preferito votare con il resto del centrodestra a favore della realizzazione del tunnel Torino-Lione – la crisi di governo appare sempre più probabile. E vicina.

L’annuncio importante di Salvini a Sabaudia

Dopo la rottura sulla Tav questa mattina al Senato né Salvini né Di Maio hanno rilasciato dichiarazioni. “Salvini parlerà a Sabaudia e ci sarà una grossa notizia”, ha fatto sapere all’AdnKronos una fonte. Tanto che molti sono stati sollecitati a raggiungere Sabaudia per ascoltare le parole del leader leghista.

Nelle ultime ore, è circolata anche la voce di un sms che il leader della Lega Salvini avrebbe invio ai suoi: “Non lasciate Roma”. Ma dal partito smentiscono. “Da Salvini non è venuta nessuna chiamata alle armi dopo il voto di stamattina in Senato”, ha detto il ministro alla famiglia e alle disabilità, Alessandra Locatelli.

Ad attendere il leader della Lega nella cittadina del litorale pontino oltre ai parlamentari e amministratori del Lazio anche i sottosegretari all’Economia Massimo Garavaglia e al Lavoro Claudio Durigon.

La riunione del Movimento 5 stelle

Questa sera, intanto, è attesa anche un’assemblea politica del Movimento 5 stelle, a cui dovrebbe partecipare anche il ministro del Lavoro Luigi di Maio.

Fino a questo momento, sul voto in Senato sulla Tav, è intervenuto soltanto Beppe Grillo, che con un lungo post su Facebook ha replicato alle accuse dei No Tav.