Me

Elezioni amministrative 2019, i risultati definitivi delle principali città italiane

Di Antonio Scali
Pubblicato il 27 Mag. 2019 alle 19:02 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:12
Immagine di copertina

Elezioni amministrative 2019 risultati definitivi | Comunali | Dati finali | Firenze | Livorno | Bergamo | Perugia | Bari | Modena | Chi ha vinto

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2019 RISULTATI DEFINITIVI – Non solo le Europee. Nella tornata elettorale di domenica 26 maggio 2019, infatti, sono andati al voto anche 3865 comuni, circa la metà del totale dei comuni italiani. Un’importante tornata di elezioni amministrative che si aggiunge anche alle elezioni regionali in Piemonte.

Tra i comuni chiamati al voto per eleggere i nuovi sindaci anche 30 comuni capoluogo di provincia, 6 capoluoghi di regione e 14 città con più di 100mila abitanti. I capoluoghi di regione sono Bari, Cagliari, Campobasso, Firenze, Perugia e Potenza.

I RISULTATI COMPLETI DELLE AMMINISTRATIVE 2019

Ma come sono andate queste elezioni amministrative 2019? Chi ha vinto? Quali sono i risultati definitivi? Di seguito tutto quello che c’è da sapere.

TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SULLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2019

Elezioni amministrative 2019 risultati definitivi | Firenze

A vincere le elezioni comunali a Firenze è stato il sindaco uscente del Partito Democratico, Dario Nardella, con oltre il 57% dei voti, mentre Ubaldo Bocci del centrodestra non è andato oltre il 25%.

“Risultato clamoroso oltre ogni aspettativa”, il commento a caldo del Sindaco Nardella.

Trionfo celebrato su Twitter anche da Matteo Renzi: “La vittoria della Lega alle Europee è netta. È altrettanto evidente che la risposta più forte alla vittoria di Salvini arriva oggi da Firenze grazie al bravissimo Dario Nardella”, ha scritto il senatore Pd.

Erano in tutto 8 i candidati a sindaco di Firenze.

• Roberto De Blasi, Movimento Cinque Stelle

• Dario Nardella, Partito democratico (sostenuto da altre liste civiche)

• Ubando Bocci, Lega (sostenuto da Forza Italia, Fratelli d’Italia e liste civiche)

• Antonella Bundu, sinistra (qui l’intervista di TPI)

• Mustapha Watte, ‘Punto e a Capo’ di Graziano Cioni e Nicola Cariglia, il biologo

• Andres Lasso, i Verdi

• Gabriele Giacomelli, Partito Comunista

• Saverio Di Giulio, CasaPound

nardella

Elezioni amministrative 2019 risultati definitivi | Perugia

A Perugia netta affermazione del candidato di centrodestra Andrea Romizi, che conquista la vittoria al primo turno con oltre il 60% dei consensi (qui i risultati).

Nettamente indietro il candidato del centrosinistra, il giornalista Giuliano Giubilei. Male anche il Movimento Cinque Stelle, con al candidata Francesca Tizi sotto al 10 per cento.

Romizi conquista così il suo secondo mandato da sindaco del capoluogo umbro.

Una vittoria annunciata, dopo gli scandali che hanno travolto la giunta regionale umbra a guida PD.  Lo scorso 12 aprile, infatti, la Guardia di Finanza di Perugia ha arrestato il segretario regionale del Pd Umbria ed ex sottosegretario all’Interno Gianpiero Bocci e l’assessore regionale alla Sanità Luca Barberini, nell’ambito di un’inchiesta su un concorso in un’azienda sanitaria della regione Umbria. Per i due sono scattati gli arresti domiciliari.

In seguito agli arresti il segretario del PD Nicola Zingaretti ha commissariato la sezione umbra del partito, affidandone la gestione a Walter Verini.

Lo scandalo nella sanità locale ha portato anche alle dimissioni della governatrice Catiuscia Marini, che poi però, in una seduta del Consiglio regionale, ha votato contro le sue stesse dimissioni sollevando un polverone politico.

Uno scenario che non poteva che preludere al tonfo del Pd e alla riconferma di Romizi alla guida della città.

Non pervenuto il Movimento Cinque Stelle, nemmeno in grado di raggiungere il 10 per cento delle preferenze.

Qui tutti i candidati:

• Andrea Romizi, sostenuto da Fratelli d’Italia, Civica Blu, Perugia Civica, Perugia Capitale Verde, Progetto Perugia, Lega, Forza Italia, Giovane Perugia

• Giuliano Giubilei, sostenuto dalle liste di Partito Democratico, Rete Civica-Perugia in Europa, Socialisti-civici-popolari-articolo-uno, Giubilei-Sindaco

• Francesca Tizi del Movimento 5 Stelle

• Cristina Rosetti, appoggiata dalle liste #NOICITTADINI;

• Antonio Leonardo Ribecco di Casapound Italia

• Iacobelli Salvatore de Il Popolo della Famiglia

• Giordano Stella della lista Coscienza Verde

• Katia Bellillo con Perugia Città in Comune

• Marco Mandarini sostenuto da Perugia Partecipata e Alternativa Riformista

• Carmine Camicia, sostenuto da Perugia con il cuore e Nazione e Futuro.

Elezioni amministrative 2019 risultati definitivi | Livorno

Dopo la debacle alle europee, per il Movimento Cinque Stelle arriva un’altra doccia fredda.

A Livorno vanno al ballottaggio il candidato di centrodestra Andrea Romiti (al 27%) e quello di centrosinistra Luca Salvetti (intorno al 33%) (qui i risultati).

Il Comune era amministrato dai pentastellati. Il Sindaco uscente Filippo Nogarin si è però candidato alle elezioni europee (e rischia di non essere eletto).

I grillini hanno quindi candidato l’ex vicesindaco Stella Sorgente, che ha però ottenuto un risultato molto deludente.

Nel Comune toscano, storica roccaforte della sinistra a luogo in cui è stato fondato il Partito Comunista Italiano nel 1921, si ripropone quindi il classico bipolarismo centrodestra-centrosinistra.

Sarà il ballottaggio a stabilire quale delle due forze prevarrà.

Il dato più eclatante ha però a che fare con il flop del Movimento Cinque Stelle.

È vero che  i pentastellati sono tradizionalmente più deboli nel voto amministrativo rispetto a quello nazionale, ma Livorno, con la vittoria di Nogarin, era diventata una delle esperienze simbolo della gestione M5s delle città.

Le indagini che hanno coinvolto proprio Nogarin non hanno aiutato, ma i livornesi hanno punito, evidentemente, anche una gestione della città giudicata non adeguata.

Lo stesso scenario che si sta prefigurando in un altro Comune a guida grillina, ovvero Roma, dove Virginia Raggi sta dilapidando il gradimento che l’aveva portata a farsi eleggere al Campidoglio. Il tonfo di Livorno è un’altra pessima notizia per Di Maio.

Qui tutti i candidati a Sindaco di Livorno:

• Stella Sorgente del Movimento 5 Stelle (il sindaco pentastellato Filippo Nogarin non si presenterà per un secondo mandato, avendo preferito candidarsi alle elezioni europee)

• Andrea Romiti sostenuto da Fratelli d’Italia, Forza Italia, Lega, Livorno in Movimento

• Ina Dhimgjini, della lista Livorno a Misura

• Luca Salvetti, sostenuto da Partito Democratico, Articolo 1 MDP, Casa Livorno, Lista Futuro

• Marco Bruciati sostenuto da Buongiorno Livorno e Potere al Popolo

• Carina Vitulano di Livorno in Comune

• Barbara La Comba con Per Livorno Insieme

• Marco Cannito di Città Diversa, La Sinistra per Cannito Sindaco

• Luigi Moggia del Partito Comunista Italiano

Elezioni amministrative 2019 risultati definitivi | Bergamo

A Bergamo il candidato del centrosinistra, il sindaco uscente Giorgio Gori, si guadagna la riconferma senza bisogno di andare al ballottaggio.

Gori, 59 anni, ex produttore televisivo con una lunga carriera e Mediaset, supera il 55 per cento dei voti e stacca lo sfidante del centrodestra, Giacomo Stucchi, ex parlamentare leghista sostenuto da Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, che si ferma al 35 per cento.

Pessimo il risultato del Movimento Cinque Stelle, che con il candidato Nicholas Anesa raccoglie appena il 3,8 per cento del consenso, mentre il civico Francesco Samuele Macario non va oltre l’1,8 per cento.

Una Bergamo dai due volti, quella che emerge dal voto del 26 maggio 2019: se alle comunali trionfa il Partito democratico trascinato da Gori, alle elezioni europee stravince la Lega.

Nel voto per l’Europarlamento un bergamasco su due ha votato Lega: il partito di Matteo Salvini ha raccolto infatti il 51,1 per cento dei consensi, a fronte del 19,8 per cento del Pd. Debacle totale, invece, per il M5S, barrato solo dal 6,8 per cento degli elettori.

Erano quattro in tutto i candidati sindaco che si sfidano a Bergamo in questa tornata di elezioni amministrative 2019.

• Nicholas Anesa è il candidato del Movimento 5 Stelle

• Giorgio Gori è il sindaco uscente, sostenuto da Partito Democratico, Patto per Bergamo, +Europa, Lista Gori, Ambiente Partecipazione Futuro

• Francesco Macario sostenuto da Bergamo in Comune

• Giacomo Stucchi sostenuto da Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Bergamo Ideale, Popolo della Famiglia

giorgio gori

Elezioni amministrative 2019 risultati definitivi | Bari

Netta vittoria del sindaco uscente Antonio Decaro con il 64,8% per cento delle preferenze. Seguono Pasquale Di Riella, del centrodestra, con il 25,2 per cento; Maria Elisabetta Pani del 5 Stelle non va oltre l’8,8% e Irma Melini con lo 0,6 per cento.

Non c’è quindi bisogno di andare al ballottaggio.

I candidati sindaco a Bari erano 5:

• Antonio Decaro sostenuto dalle liste Partito Democratico, Decaro per Bari, Decaro Sindaco, Sud al Centro, Iniziativa Democratica, Unione di Centro Bari, Bari Bene Comune, Articolo 1, Italia in Comune, Progetto Bari, Avanti Decaro

• Sabino De Razza sostenuto dalle liste Baricittàperta

• Pasquale Di Rella sostenuto da Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega, Democrazia Cristiana, Di Rella per Bari, Di Rella Sindaco, Idea, Direzione Italia, Io Sud, Sport Bari, Nuovo Psi, Popolo della Famiglia, Partito Liberale Italiano, Movimento Riprendiamoci il Futuro

• Irma Melini sostenuta dalla lista Irma Melini x Bari

• Elisabetta Pani del Movimento 5 Stelle

Elezioni amministrative 2019 risultati definitivi

Elezioni amministrative 2019 risultati definitivi | Modena

Le elezioni amministrative del 26 maggio 2019 vedono il sindaco uscente Gian Carlo Muzzarelli (PD) in netto vantaggio sui rivali. La percentuale, dopo circa metà sezioni scrutinate, è intorno al 54%. Salvo ribaltoni clamorosi quindi Muzzarelli dovrebbe essere riconfermato sindaco di Modena.

In tutto i candidati sindaco a Modena erano sette gli aspiranti primi cittadini della città emiliana.

•  Gian Carlo Muzzarelli, sindaco uscente che si candida per un secondo mandato, sostenuto da Partito Democratico, +Modena, Sinistra per Modena, Volt, Verdi, Modena Solidale

•  Andrea Giordani, del Movimento Cinque Stelle

•  Stefano Prampolini, appoggiato da Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Siamo Modena

•  Luca Ghelfi, di Identità e Azione

• Cinzia Franchini, di Modena Ora

• Carolina Coriani, appoggiata dalla lista Modena Volta Pagina

• Sergio Celloni, di G.O.L.

Di seguito i candidati nelle principali città e tutte le info:

Elezioni amministrative Perugia 2019

Elezioni comunali Firenze 2019

Elezioni amministrative Bari 2019

Elezioni comunali Potenza 2019

Elezioni amministrative Campobasso 2019

Amministrative Livorno 2019

Elezioni amministrative Avellino 2019

Comunali Ascoli Piceno 2019

Comunali Bergamo 2019

Amministrative Biella

Elezioni amministrative Cesena 2019

Elezioni comunali Cremona 2019

Amministrative Reggio Emilia 2019

Elezioni comunali Rovigo 2019

Elezioni amministrative Verbania 2019

Elezioni amministrative Vercelli 2019

Comunali Urbino 2019

Amministrative Prato 2019

Comunali Pescara 2019

Amministrative Pesaro 2019

Comunali Pavia 2019

Amministrative Vibo Valentia 2019

Comunali Ferrara 2019

Amministrative Foggia 2019

Comunali Forlì 2019

Amministrative Lecce 2019

Comunali Modena 2019