Me

Il comizio di Salvini con il rosario? Il cardinale Bassetti: “La politica sia laica”

Di Donato De Sena
Pubblicato il 23 Mag. 2019 alle 15:12
Immagine di copertina

COMIZIO SALVINI ROSARIO – L’utilizzo di simboli religiosi da parte di Matteo Salvini in campagna elettorale fa ancora discutere. Sabato scorso il vicepremier e leader della Lega ha brandito un rosario durante il comizio in piazza Duomo a Milano. Oggi è stato chiesto un commento a quel gesto al presidente della Cei Gualtiero Bassetti, che ha affermato: “Non ho mai giudicato la fede di nessuno, so benissimo a chi vi riferite, perché ognuno può avere una fede più grande della mia. Ma io ho un’altra visione della politica, che deve essere laica”.

Comizio Salvini rosario | Il cardinale Bassetti: “La politica sia laica”

Oggi in Vaticano si è conclusa l’Assemblea generale della Cei con l’approvazione di nuove linee guida per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili. Nel comunicato finale dell’Assemblea viene riferito che “l’intelaiatura del testo è costituita da tre interventi di Papa Francesco: la Lettera al Popolo di Dio (20 agosto 2018), il Discorso conclusivo al summit dei presidenti delle Conferenze Episcopali (24 febbraio 2019) e il Motu Proprio Vos estis lux mundi (7 maggio 2019)”.

Assemblea Cei | Linee guida sulla pedofilia

Le linee guida sulla pedofilia – viene spiegato – “sono strutturate secondo alcuni principi: il rinnovamento ecclesiale, che pone al centro la cura e la protezione dei più piccoli e vulnerabili come valori supremi da tutelare, punto di riferimento imprescindibile e criterio dirimente di scelta; l’ascolto delle vittime e la loro presa in carico; l’impegno per sviluppare nelle comunità una cultura della protezione dei minori, di cui è parte la formazione degli operatori pastorali; una selezione prudente dei candidati agli ordini sacri e alla vita consacrata; la collaborazione con l’autorità civile nella ricerca della verità e nel ristabilimento della giustizia; la scelta della trasparenza, sostenuta attraverso un’informazione corretta, attenta a evitare strumentalizzazioni e parzialità; l’individuazione di strutture e servizi a livello nazionale, inter-diocesano e locale, finalizzati a promuovere la prevenzione grazie all’apporto di competenze e professionalità”.

Ai principi guida fanno seguito numerose indicazioni operative e alcuni allegati (riferimenti normativi, regolamento del Servizio Nazionale per la tutela dei minori, indicazioni circa i Servizi Regionali e Inter-diocesani…), che saranno integrati da altri strumenti, affidati alla cura del Servizio Nazionale.

> Tutte le news sul governo

Bassetti ha detto che con le linee nuove guida la Cei, avrà “molti strumenti per vedere di capire le persone”. “Non avremo – ha aggiunto – criteri di ammissioni facili al sacerdozio solo perché c’è bisogno di preti”. Il presidente della Cei ha spiegato che sono previste “una prevenzione molto forte, la severità, il consigliare la denuncia ai genitori. Mi sembra che questo clima di grande serietà nei confronti di un problema che è enorme stia già portando i suoi frutti in Italia. Mi sembra che dalla cronaca ci siano meno casi”.

Bassetti oggi ha anche annunciato che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte “si è reso disponibile a tenere un incontro in Cei con i 26 vescovi delle zone terremotate” dell’Italia Centrale.