TPI Plus


 


TPI Plus è il nuovo servizio di TPI rivolto ai lettori che vogliono sostenere il giornalismo che produciamo sul campo.

Dagli uomini torturati dal regime di Assad in Siria alle storie di eroina e crack in Europa, passando per i racconti della guerra dimenticata in Yemen e le testimonianze delle donne che hanno subito violenze di genere, TPI porta alla luce storie che spesso non trovano spazio altrove.

Con TPI Plus, chiediamo il sostegno dei nostri lettori per continuare a raccontare il mondo per quello che è: storie, reportage, interviste, inchieste e analisi di qualità realizzate dai nostri giornalisti sul campo.

Gli iscritti a TPI Plus potranno leggere il giornale senza più pubblicità invasiva, ricevere newsletter dedicate, partecipare gratuitamente agli eventi organizzati da TPI (conferenze, presentazioni libri), ricevere aggiornamenti settimanali con le offerte di lavoro più interessanti nel mondo, e suggerire storie e inchieste che vorrebbero leggere sul nostro giornale.

TPI è una realtà indipendente, finanziata come molte altre testate tramite la pubblicità. Oltre a questo ci sosteniamo con i nostri workshop formativi di giornalismo, i servizi e le collaborazioni con altre realtà giornalistiche e, da oggi, anche grazie ai contributi degli iscritti a TPI Plus.

Riteniamo che quest’ultimo – fare leva sulla fiducia e la fidelizzazione dei lettori verso il nostro giornale – sia il contributo migliore per accompagnare la crescita di TPI nel lungo periodo, aiutandoci a portare al nostro pubblico le storie, i reportage, le interviste, le inchieste e le analisi che loro stessi hanno sostenuto in prima persona.

Crediamo fortemente in questa iniziativa e nel supporto dei nostri lettori. Aiutateci a renderla possibile.

Ecco le migliori storie realizzate sul campo da TPI nel 2017.

 

Abbiamo appena lanciato TPI Plus e stiamo provando le ultime modifiche: scriveteci a plus@tpi.it e diteci cosa ne pensate. 

[pmpro_levels]

Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.