Me

Feto di plastica contro l’aborto, iI gadget distribuito al Congresso mondiale delle famiglie di Verona

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 29 Mar. 2019 alle 16:41 Aggiornato il 30 Mar. 2019 alle 17:58
Immagine di copertina
Uno dei 'gadget' distribuiti durante il 13/o Congresso mondiale delle famiglie, in programma fino a domenica a Verona 29 marzo 2019. ANSA

È iniziato il tanto dibattuto Congresso mondiale delle famiglie in programma a Verona dal 29 al 31 marzo 2019. Cominciato all’insegna di un attacco alla legge 194 da parte di Massimo Gandolfini, portavoce del Comitato Difendiamo i Nostri Figli (qui i nomi “vip” di chi sta partecipando).

>> La figlia del leader del Congresso delle Famiglie a TPI: “Mio padre maschilista, evento da Medioevo”

Alla manifestazione che raduna antigay e antiabortisti d’Italia è stato distribuito un gadget particolare, si tratta di un piccolo feto confezionato in una busta di plastica con un cartoncino all’interno che recita: “L’aborto ferma un cuore che batte”.

>> Cari retrogradi del Congresso di Verona, dire che il cancro colpisce chi non fa figli è un’ignobile falsità

L’idea di questo feto è del sito internet Notizie ProVita che si definisce: “associazione onlus che opera in difesa dei bambini, della vita dal concepimento alla morte naturale, che sostiene la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna e che difende il diritto dei genitori a educare i propri figli”.

La “zanzara”, la giornalista, il governatore: chi c’è sul palco del Congresso delle famiglie

“L’orgasmo che vi seppellirà”, la risposta delle donne al Congresso delle famiglie di Verona | VIDEO

Cos’è il Congresso mondiale delle famiglie in programma a Verona dal 29 al 31 marzo