Me

Quando finisce il caldo 2019: le temperature e le previsioni meteo del mese di luglio

Di Marco Nepi
Pubblicato il 8 Lug. 2019 alle 18:33
Immagine di copertina

Quando finisce il caldo 2019: temperature e previsioni meteo di luglio

QUANDO FINISCE IL CALDO 2019 – Quando finisce il caldo 2019? È una domanda che (da diverse settimane) si pongono milioni di italiani durante l’estate infuocata, anticipata da un mese di maggio particolarmente fresco. Qui riportiamo le principali previsioni meteo e indicazioni sulle temperature di luglio.

Stando a quanto spiega il sito 3B meteo da martedì ci sarà un break temporalesco con uno stop del grande caldo a partire dal grande caldo. Insomma, a partire dal 9 luglio, è previsto un abbassamento di latitudine delle correnti fresche e instabili associate al ciclone baltico. Un abbassamento che porterà un’ondata di temporali su buona parte della penisola.

Temperature e previsioni meteo di luglio 2019: temporali in arrivo

Dunque, le precipitazioni nei prossimi giorni saranno superiori alla media del periodo su tutto il Paese, più abbondanti lungo le aree appenniniche adriatiche. Per quanto riguarda le temperature, il campo termico mostra valori sotto la media del periodo diffusamente su gran parte dello Stivale, ad eccezione di Sicilia e Sardegna, dove il termometro dovrebbe far registrare cifre in linea o lievemente sopra la media.

L’aria molto fresca e la depressione  sul Baltico continueranno ad approfondirsi sull’Italia verso Sud scalzando l’anticiclone africano. L’ondata di temporali tra martedì e mercoledì in diverse zone d’Italia potrebbe essere particolarmente violenta. Viene considerata concreta la possibilità di nubifragi intensi con allagamenti, grandinate e colpi di vento. Il motivo è legato al contrasto tra le correnti in arrivo dal Nord Europa e l’aria preesistente molto calda.

Ma per avere un’idea su quando finisce il caldo 2019 è bene dare un’occhiata anche al sito di Meteo Aeronautica, che spiega: “La presenza di un’area depressionaria tra il Mare del Nord e la Russia, in abbassamento di latitudine nel corso della settimana, comporta sulle nostre regioni un flusso di prevalente provenienza occidentale. Conseguentemente le precipitazioni, in prevalenza convettive, risultano superiori alla norma del periodo su tutto il Paese, con cumulate più abbondanti lungo le aree appenniniche adriatiche. Il campo termico mostra valori sotto la media del periodo diffusamente su gran parte del Paese, ad eccezione delle Isole Maggiori dove le temperature risultano in linea o lievemente sopra la media”.

Quando finisce il caldo 2019: ancora picchi al Sud

Stesse indicazioni da il sito Il Meteo, secondo cui fino a mercoledì 10 luglio l’instabilità continuerà ad essere protagonista in molte zone delle Regioni Settentrionali e Centrali “a causa del transito di due impulsi perturbati che favoriranno lo sviluppo di temporali localmente intensi”. Dunque, in aree del Nord e del Centro Italia le temperature “tenderanno a calare fino a valori più vicini alla norma e in qualche caso anche leggermente al di sotto”.

Non mancheranno comunque i picchi di caldo. Al Sud e sulle Isole il tempo resterà “più stabile e ancora molto caldo a causa della persistenza della massa d’aria di origine sahariana che continuerà a dare origine a picchi di temperatura oltre i 35 gradi”.

Qualcosa al Sud potrebbe cambiare a partire da mercoledì 10. Il secondo impulso perturbato dovrebbe invadere anche le Regioni Meridionali favorendo un’attenuazione del caldo che sarà più evidente a partire da giovedì.