Me

Le cinque performance (degli ospiti) più belle a Sanremo degli ultimi anni | VIDEO

Da Tiziano Ferro a Toto Cutugno, gli ospiti che hanno emozionato il pubblico

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 10 Feb. 2019 alle 07:00 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 08:27

SANREMO PERFORMANCE OSPITI – Sanremo, nel 2019, spegne 69 candeline. Un bel traguardo per il Festival della canzone italiana, pronto a regalare ogni anno nuove emozioni e nuovi talenti. Per ogni edizione della rassegna sono saliti sul palco grandi nomi della musica nazionale e internazionale. Abbiamo selezionato le performance più belle – anche se la scelta non è esaustiva – degli ultimi anni.

“Mi sono innamorato di te”, Tiziano Ferro – Sanremo 2017

Bianco e nero intenso, occhio di bue e voce profonda. Tiziano Ferro omaggia Luigi Tenco con Mi sono innamorato di te, più che un brano, una poesia. Si apre così Sanremo 2017, tra gli applausi e la commozione del pubblico. Una performance che farà conoscere il grande cantautore anche ai più giovani. (Il video è in testa all’articolo)

“Your song”, Elton John – Sanremo 2016

Elton John e il pianoforte: servono pochi elementi per infuocare il palcoscenico dell’Ariston. Your song è uno dei pezzi più conosciuti dell’artista inglese e datato 1970. John Lennon è uno dei primi ad apprezzare fin dalla sua uscita il singolo.

“Pazzo di lei”, Biagio Antonacci – Sanremo 2015

È uno dei brani più passionali di Biagio Antonacci. Il cantante anima il pubblico sanremese con Pazzo di lei, estratto dall’album Convivendo – Parte II. Subito dopo è la volta di Sognami e Quando, quest’ultimo in ricordo di Pino Daniele.

“Io che amo solo te”, Marco Mengoni – Sanremo 2014

Io che amo solo te è al terzo posto nella classifica delle 250 canzoni italiane più belle di sempre. E la firma non è da meno: Sergio Endrigo. Marco Mengoni omaggia alla perfezione il cantautore e ricrea, in qualche modo, la magia degli anni Sessanta.

“L’italiano”, Toto Cutugno – Sanremo 2013

“Lasciatemi cantare /perché ne sono fiero / sono un italiano / un italiano vero”, cantava Toto Cutugno nel 1983. Trent’anni dopo l’artista toscano torna nella città ligure, ma con il Coro dell’Armata rossa decimato dall’incidente sul Mar Nero. Risultato: la platea è visibilmente emozionata.

LEGGI ANCHE: Sanremo 2019: tutte le 24 canzoni scelte da Baglioni per il suo Festival