Me

Liechtenstein festeggia 300 anni, il principe invita i sudditi a bere una birra con lui

Famoso per i suoi castelli medievali, i paesaggi alpini e i piccoli paesi collegati tra loro da una rete di sentieri, il piccolo stato alpino incastonato nelle Alpi tra Austria e Svizzera ha deciso di festeggiare l'anniversario con i suoi sudditi in un modo molto originale

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 22 Ago. 2019 alle 12:01 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 02:00
Immagine di copertina
Il castello di Vaduz in Liechtenstein

Birra con il sovrano: il Liechtenstein festeggia il 300esimo anniversario

Il piccolo principato del Liechtenstein ha celebrato i suoi 300 anni. Famoso per i suoi castelli medievali, i paesaggi alpini e i piccoli paesi collegati tra loro da una rete di sentieri, il piccolo stato alpino incastonato nelle Alpi tra Austria e Svizzera ha deciso di festeggiare l’anniversario con i suoi sudditi in un modo molto originale.

“Birra per tutti!” avrà forse esclamato il principe Giovanni Adamo II. Il sovrano del Liechtenstein ha inviato tutti i sudditi a una festa nel giardino del suo castello arroccato sopra la capitale Vaduz. Lì ha offerto birra a tutti. Ed è stato anche possibile scambiare due chiacchiere con lui.

Il Liechtenstein è il sesto paese più piccolo al mondo, con una popolazione di circa 38mila.

“Il nostro paese è tra i luoghi più sicuri al mondo”, ha dichiarato il principe ereditario Alois Philipp Maria. “Godiamo di uno dei più alti standard di vita nel mondo”, ha aggiunto.

Liechtenstein
Il principe Hans-Adam II prende una birra da una cameriera durante la festa che celebra il 300esimo anniversario del paese nei giardini del castello di Schloss a Vaduz, Liechtenstein, il 15 agosto 2019. Credit: REUTERS/Arnd Wiegmann

Insieme a Norvegia, Islanda e Svizzera, il Liechtenstein fa parte dell’Associazione europea di libero scambio dei paesi che appartengono al mercato unico europeo senza far parte dell’UE.

I principi regnanti del piccolo principato sono tra i più ricchi d’Europa. Il casato possiede la banca Lgt: l’amministratore delegato dell’istituto è infatti l’altro figlio, il principe Massimiliano.

Come Haiti e il Liechtenstein si accorsero di avere la stessa bandiera