Me

Caso Brizzi, indagata per falsa testimonianza la donna che ha difeso il regista

Di Antonio Scali
Pubblicato il 7 Apr. 2019 alle 17:14 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:08
Immagine di copertina

Tecnicamente si parla di false dichiarazioni al difensore. Questa l’accusa della procura di Roma contro Tania Sanchez Diaz, la giovane spagnola che aveva difeso con le sue parole Fausto Brizzi.

Il tutto è partito dalla denuncia di Alessandra Bassi, una delle attrici che aveva accusato il regista di molestie sessuali. Oggi la trasmissione di Italia 1 Le Iene trasmetterà in esclusiva un’intervista proprio alla ragazza spagnola, la quale di fatto confessa di aver detto il falso, ottenendo dall’allora compagna di Fausto Brizzi, Claudia Zanella, il pagamento del biglietto aereo per venire a Roma e rendere le sue dichiarazioni e poi una borsa di Gucci in regalo, al ritorno in Spagna.

Le Iene, ricordiamo, hanno calcato molto mediaticamente le accuse di molestie contro Fausto Brizzi. L’inchiesta giudiziaria, però, è stata archiviata dal gip Alessandro Arcuri il 23 gennaio scorso.

La Sanchez Diaz raccontava di aver conosciuto Alessandra Bassi a Ibiza: “Mi disse che se volevo diventare famosa e avere un po’ di pubblicità in Italia avrei dovuto raccontare in televisione di aver sostenuto un provino con Brizzi e dichiarare in particolare di aver subito una molestia sessuale proprio in occasione di tale incontro di lavoro”.