Me
Il volto brutale e sfacciato dell’Europa post-sovietica