Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 16:07
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home

I tatuaggi dei sopravvissuti al Bataclan per sconfiggere il trauma

Immagine di copertina
Laura Leveque, 32 anni, era al Bataclan il 13 novembre 2015. Credit: JOEL SAGET

Molti dei sopravvissuti all'attacco terroristico in cui morirono 130 persone provano a sconfiggere il dolore con dei tatuaggi sulla loro pelle

“Ero immersa nel sangue, ricoperta di corpi. Ho avuto la sensazione di camminare con dei cadaveri sulle spalle”. La 32enne Laura Leveque, due anni dopo l’incubo del Bataclan, si porta dietro orribili ricordi, ma anche la voglia di ripartire.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Quel 13 novembre di due anni fa una serie di attacchi terroristici a Parigi uccideva 130 persone, ferendone più di 350. La maggior parte delle vittime è stata uccisa durante il concerto degli Eagles of Death Metal nella sala del Bataclan.

Oggi, molti dei sopravvissuti provano a sconfiggere il dolore con dei tatuaggi sulla loro pelle, dei segni che – come quella notte – non si cancellano, ma che sono anche il simbolo della loro resilienza.

Dopo essere sopravvissuta, Laura ha deciso di tatuarsi un corvo, un’eclissi e un serpente che si morde la coda. Il tatuaggio, immortalato dal fotografo di Afp Joel Saget per una serie di scatti nel 2017, dice molto su quello che Laura ha passato. Ma, ancora di più, sono i suoi occhi a parlare.

Fanny, che al Bataclan ha perso il suo compagno Olivier, sulla sua pelle ha scritto invece la frase: “A volte hai bisogno…di lasciar andare le cose”. Mentre Sophie, ferita da due proiettili alla gamba quella sera, ha coperto le sue cicatrici tatuandosi Calavera Catrina, un’icona del giorno dei morti in Messico.

David Fritz Goeppinger, 25 anni, era tra le persone prese in ostaggio al Bataclan, liberate dopo alcune ore. Ha scelto di tatuarsi la data dell’attacco al Bataclan in numeri romani. Ha aggiunto V/V per indicare lui e i suoi 4 amici, tutti vivi prima e dopo l’attacco.

Ti potrebbe interessare
Spettacoli / Ddl Zan, Elodie contro il Vaticano: “Per fortuna i miei genitori non mi hanno battezzata”
Cronaca / Piacenza, autocisterna va a fuoco sulla A1: muoiono 2 camionisti, 10 km di coda
Politica / L’Ue promuove il Recovery Plan italiano, von der Leyen a Roma per incontrare Draghi
Ti potrebbe interessare
Spettacoli / Ddl Zan, Elodie contro il Vaticano: “Per fortuna i miei genitori non mi hanno battezzata”
Cronaca / Piacenza, autocisterna va a fuoco sulla A1: muoiono 2 camionisti, 10 km di coda
Politica / L’Ue promuove il Recovery Plan italiano, von der Leyen a Roma per incontrare Draghi
Lotterie / Estrazioni del Lotto, Superenalotto e 10eLotto oggi martedì 22 giugno 2021
Costume / Giorgio Armani: “Sì è vero, sono stato ricoverato in ospedale. Tutta colpa di due buzzurri”
Costume / Quanto guadagna Khaby Lame? Stipendio e patrimonio del tiktoker italiano
Calcio / L’Uefa vieta lo stadio arcobaleno per Germania-Ungheria: ”No a riferimenti politici”
Politica / Salvini si toglie la mascherina e la usa per asciugarsi il sudore e pulirsi la bocca | VIDEO
Cronaca / Aggressione omofoba a Torre Annunziata: 34enne picchiato da sette uomini
Sport / Europei di calcio 2021: le partite in programma oggi, 22 giugno