Covid ultime 24h
casi +28.352
deceduti +827
tamponi +222.803
terapie intensive -64

Il ragazzo affetto da paralisi del sonno che ricrea le sue allucinazioni con la fotografia

Nel progetto del fotografo americano Nicolas Bruno, l'artista esplora un disturbo che può portare all'insonnia e persino alla depressione

Di TPI
Pubblicato il 7 Mar. 2017 alle 19:00 Aggiornato il 15 Ott. 2017 alle 12:27
5.5k

Nicolas Bruno è un fotografo americano di 22 anni. Ha sofferto per sette anni di paralisi del sonno, un disturbo che ha voluto ricreare nel suo progetto fotografico Between Realms, al fine di sensibilizzare il pubblico nei confronti della sua condizione.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.

Detta anche paralisi ipnagogica, la paralisi del sonno è un disturbo che si verifica nel momento del risveglio o prima di addormentarsi. La mente è in uno stato cosciente ma il corpo è come paralizzato. Questo impedisce al soggetto di muoversi, pur essendo sveglio.

Quando il risveglio non coincide con il riattivamento dei muscoli del nostro corpo, ci si ritrova coscienti ma impossibilitati al movimento.

Sospeso tra il mondo reale e quello onirico, Bruno ha avuto, a causa del disturbo, forti allucinazioni, tanto da portarlo all’insonnia e persino alla depressione. Ha però trovato un modo per affrontare la situazione: utilizzare la fotografia per ricreare l’ansia provocata dai suoi incubi e documentare la sua esperienza.

L’idea del progetto è partita da un suo insegnante del liceo, il quale gli aveva consigliato di cominciare a scattare. Il ragazzo ha così deciso di raccontare le sue terribili allucinazioni attraverso le fotografie, in mostra dal 25 febbraio fino al 2 aprile 2017, all’Haven Gallery di New York.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.

5.5k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.