Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:36
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home

Il quartiere di Dhaka dove si muore prima dei 50 anni per l’inquinamento record

Immagine di copertina

Hazaribagh, quartiere di Dhaka, è uno dei luoghi più inquinati al mondo. I numerosi problemi ambientali sono dovuti alla fiorente industria del cuoio presente nella zona

Hazaribagh è un quartiere che si trova nel cuore di Dhaka, capitale del Bangladesh, ed è uno dei luoghi più densamente popolati e inquinati del mondo. I suoi corsi d’acqua sono inondati da quasi 22mila metri cubi di rifiuti che includono il cromo esavalente, una sostanza altamente cancerogena.

L’industria del cuoio, distribuita in questa zona, rende il paese uno dei maggiori esportatori di questo materiale, ma allo stesso tempo con le sue 200 concerie contribuisce ad aumentare sempre di più il livello d’inquinamento di acqua, suolo e aria. La natura così redditizia del settore cuoio fa così venire meno l’interesse da parte della popolazione rispetto alla terribile questione ambientale.

Recentemente si è deciso di spostare la maggior parte delle concerie di Hazaribagh nella zona di Savar, dove si trovano un numero maggiore di impianti moderni per il trattamento delle pelli, e ciò produrrebbe numerosi vantaggi. 

Il fotogiornalista Adib Chowdhury ha deciso di documentare con il progetto Hazaribagh: A Thousand (Polluted) Gardens le condizioni di vita di coloro che vivono e lavorano nella zona e alle conseguenze che il cambiamento potrebbe apportare alle loro vite, dato che l’industria del cuoio ha rappresentato per moltissimo tempo la fonte economica e di sostantemento maggiore del luogo.

L’organizzazione mondiale della sanità ha stabilito in un suo rapporto che circa il 90 per cento dei lavoratori di Hazaribagh morirà prima dei 50 anni: i più a rischio sono quelli che si occupano della produzione, perché più esposti al contatto diretto con sostanze tossiche come acidi e agenti chimici, che molto spesso provocano eruzioni cutanee, nausee e molti altri problemi.

Classificato nel 2013 dal Blacksmith Institute e dalla croce verde in Svizzera al quinto posto tra i luoghi più inquinati al mondo, è ironico pensare che il significato del nome Hazaribagh sia proprio “mille giardini”.

Ti potrebbe interessare
Oroscopo / Oroscopo Branko oggi, sabato 20 agosto 2022: le previsioni segno per segno
Sondaggi / Sondaggi politici elettorali oggi 20 agosto 2022: crescono Fratelli d’Italia e M5S. Il partito di Meloni al 25%
Oroscopo / Oroscopo Paolo Fox di oggi per Bilancia, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci | Sabato 20 agosto 2022
Ti potrebbe interessare
Oroscopo / Oroscopo Branko oggi, sabato 20 agosto 2022: le previsioni segno per segno
Sondaggi / Sondaggi politici elettorali oggi 20 agosto 2022: crescono Fratelli d’Italia e M5S. Il partito di Meloni al 25%
Oroscopo / Oroscopo Paolo Fox di oggi per Bilancia, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci | Sabato 20 agosto 2022
Oroscopo / Oroscopo Paolo Fox di oggi per Ariete, Toro, Gemelli, Cancro, Leone e Vergine | Sabato 20 agosto 2022
Terremoti / Terremoto oggi in Italia 20 agosto 2022: tutte le ultime scosse | Tempo reale
Sport / Vuelta 2022: si riparte da dove si era finito
Sport / Dazn, rimborso raddoppiato e automatico per gli abbonati
Esteri / Ethiopian Airlines, due piloti si addormentano in volo e mancano l’atterraggio
Lotterie / Estrazione Eurojackpot: i numeri vincenti estratti oggi, venerdì 19 agosto 2022
Esteri / Zaporizhzhia, Putin a Macron: “Rischio catastrofe”. E accetta missione Aiea nella centrale