Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home

Il volto artistico della tecnologia

Immagine di copertina

Nick Gentry, una promessa dell'arte contemporanea, rivaluta alcuni oggetti considerati obsoleti per interpretare la rivoluzione tecnologica in corso

I cosiddetti floppy disk, così come i nastri VHS, le polaroid o le cassette, hanno svolto un ruolo fondamentale per le persone cresciute a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta, permettendogli di instaurare un primo contatto con la tecnologia in quanto tale.

Questi supporti fisici con lo sviluppo tecnologico sono diventati ben presto obsoleti, in quanto detenevano ancora il carattere della concretezza, realtà che è andata man mano scomparendo a seguito dell’introduzione di sistemi di memoria immateriali e disponibili sulla rete.

Questo progresso ha determinato al tempo stesso il crollo del confine tra realtà materiale e internet, due universi sempre più interconnessi che per certi aspetti si possono considerare oramai come un unico agglomerato.

Il progetto Obsolete dall’artista britannico Nick Gentry – appassionato di riciclaggio e rivalutazione di oggetti considerati per l’appunto obsoleti – vogliono mettere in luce proprio questo passaggio socio-culturale tipico del nostro tempo, chiedendosi se si può ancora parlare di una separazione tra uomo e tecnologia.

Gentry fa questo utilizzando, tra le altre cose, proprio i floppy disk, riferendosi al fatto che gli essere umani dispongono solo del passato come mezzo per comprendere il presente e a sua volta il futuro. In questo senso l’artista ha voluto utilizzare un oggetto non più utilizzato per evidenziare il cambiamento tecnologico che sta avvenendo in questi anni.

“La mia arte rappresenta un mezzo per mettere in luce i mutamenti del presente: un oggetto come un floppy disk, nonostante rimanga sempre uguale anche con lo scorrere del tempo, all’occhio umano diventa qualcosa di completamente diverso rispetto a come veniva concepito solamente qualche decennio fa. È la natura stessa del cambiamento che ispira tutta la mia arte, e sono fermamente convinto che questo sia un momento emozionante per essere vivi visto il febbrile mutamento che sta investendo la nostra società”, ha dichiarato Gentry, i cui dipinti sono stati esposti nelle principali gallerie artistiche del mondo.

(In basso, un video mostra come l’artista Nick Gentry realizza le sue opere)


Ti potrebbe interessare
Opinioni / La sinistra vince se fa scelte radicali (di G. Gambino)
Esteri / Sanna Marin scatenata ad un party: la premier finlandese travolta dalle polemiche
Oroscopo / Oroscopo Paolo Fox di domani per Bilancia, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci | Venerdì 19 agosto 2022
Ti potrebbe interessare
Opinioni / La sinistra vince se fa scelte radicali (di G. Gambino)
Esteri / Sanna Marin scatenata ad un party: la premier finlandese travolta dalle polemiche
Oroscopo / Oroscopo Paolo Fox di domani per Bilancia, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci | Venerdì 19 agosto 2022
Oroscopo / Oroscopo Paolo Fox di domani per Ariete, Toro, Gemelli, Cancro, Leone e Vergine | Venerdì 19 agosto 2022
Cronaca / Latina, mamma di 26 anni muore in discoteca. Aveva due figli
Esteri / L'esercito israeliano chiude sei Ong palestinesi etichettate come terroriste: "Attacco alla libertà"
Esteri / La Germania sta finendo il gas e i costi ricadono sui consumatori
Politica / Covid, Renzi attacca Letta: "Noi con Draghi e Figluolo, tu con Arcuri e i russi"
Gossip / Noemi Bocchi incinta di Francesco Totti? Il settimanale “Chi” rivela: “È una colossale bufala”
Cronaca / Imprenditore riceve una bolletta del gas da quasi un milione di euro: “Era meglio andare al mare”