Covid ultime 24h
casi +23.225
deceduti +993
tamponi +226.729
terapie intensive -19

Le mostre da non perdere nel 2017 in Italia e in Europa

Dalla provincia alle grandi città italiane, fino ad alcune capitali europee per scoprire tra le proposte culturali più interessanti selezionate da TPI

Di TPI
Pubblicato il 30 Dic. 2016 alle 12:54
0

Fotografia, arte, sperimentazioni, esperienze sensoriali, storia: TPI ha selezionato alcune delle mostre più interessanti ed originali da vedere nel 2017 in Italia e in Europa.

Dalla provincia alle grandi città italiane, fino ad alcune capitali europee per scoprire alcune tra le proposte culturali che il mondo dell’arte offre per questo 2017. Tra queste si possono trovare esposizioni con tematiche sempre più varie e allargate, con esperienze interattive molto coinvolgenti.

1. Dalì, Palazzo Blu, Pisa  

“Inizia a disegnare e a dipingere come gli antichi maestri. Dopo potrai fare quello che vorrai: tutti ti rispetteranno”.  Centocinquanta opere tra dipinti, acquerelli e xilografie testimoniano ampiamente l’onnipresenza dell’eredità classica all’interno della produzione artistica di Dalí.

Il più eccentrico esponente del Surrealismo che ama i grandi maestri italiani, che cita Raffaello, che racconta Cellini, che illustra Dante e che dipinge Michelangelo, è il protagonista della mostra che bisogna affrettarsi a visitare prima delle chiusura prevista per gli inizi di febbraio.

2. Henri Cartier-Bresson, Villa Reale, Monza 

La mostra consta di 140 scatti che ripercorrono la vita e la carriera del fotografo Henry Cartier-Bresson, tra i fondatori del gruppo Magnum-Photo con Robert Capa e David Seymour, e firmatario di alcuni servizi di fotogiornalismo documentaristico da tutto il mondo.

Le sue foto sono la ricerca del momento decisivo in cui la presenza del fotografo non deve essere percepita. L’esposizione è curata in origine dall’amico ed editore Robert Delpir e realizzata in collaborazione con la Fondazione Henri Cartier-Bresson.

3. The Art of Walt Disney Animation Studios: Movement by Nature, Museo Art Ludique, Parigi

Con una selezione di 350 opere d’arte eccezionali, la mostra creata dal museo d’arte Ludique in collaborazione con la Disney Animation Research Library Walt, rende omaggio all’incredibile lavoro svolto dagli Studios nel corso di quasi un secolo.

4. Depero il Mago, Fondazione Magnani Rocca, Parma

Oltre cento opere tra dipinti, le celebri tarsie in panno, i collage, disegni, abiti, mobili, progetti pubblicitari, per celebrare il geniale futurista di un’estetica innovativa che mette in comunicazione le discipline dell’arte, dalla pittura alla scultura, dall’architettura al design, fino al teatro. 

Il lavoro creativo di Depero rompe gli gli schemi classici e punta ad andare oltre il limite, dettando regole nuove in continuo mutamento. 

5. Van Gogh Experience, Palazzo degli Esami, Roma

Fotografie e video, combinate alle opere di Van Gogh, per esplorare la vita e il lavoro del grande artista. Sincronizzate con una potente colonna sonora, più di 3.000 immagini di grandi dimensioni creano un allestimento elettrizzante che riempie schermi giganti, pareti, colonne dal soffitto fino al pavimento.

La mostra utilizza un sistema unico che incorpora oltre 50 proiettori ad alta definizione, una grafica multi canale e un suono surround in grado di creare uno dei più coinvolgenti ambienti multi-screen al mondo. Ma bisogna affrettarsi, la mostra chiude il 26 marzo 2017.

6. Steve McCurry Senza Confini, PAN ( Palazzo arti Napoli), Napoli

Steve McCurry è uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea, i giovani riescono a riconoscersi nelle sue fotografie che immortalano il nostro tempo. La nuova rassegna allestita nel Palazzo delle Arti di Napoli, oltre a presentare il nucleo essenziale dei suoi scatti più famosi insieme ad alcuni lavori più recenti e ad altre foto inedite, si concentra su quelle immagini provenienti dagli angoli del mondo dove si accendono i conflitti e si concentra la sofferenza di popolazioni costrette a fuggire dalle proprie terre.

7. Lucienne Bloch: dentro la vita di Frida Kahlo, ONO arte contemporanea, Bologna

La mostra è composta di 45 fotografie in diversi formati e racconta l’amicizia tra la fotografa Bloch e la grande pittrice Frida Kahlo, soffermandosi su alcuni istanti intimi della vita dell’artista. Tutte le fotografie sono vintage print, stampate e firmate da Lucienne Bloch. 

8. Storie dell’Impressionismo. I grandi protagonisti da Monet a Renoir, da Van Gogh a Gauguin. Museo di Santa Caterina, Treviso

140 opere che documentano il mezzo secolo di arte che va dalla metà dell’Ottocento fino ai primissimi anni del Novecento: quasi tutti dipinti, ma anche fotografie e incisioni a colori su legno, per raccontare, come prima mai fatto in Italia, le varie storie dell’impressionismo.

9. Picasso. Figure, AMO – Palazzo Forti, Verona

Un’opera per ogni anno della vita di Pablo Picasso nell’arco temporale che va dal 1906 fino agli anni Settanta: questa la novità assoluta della grande mostra inaugurata il 15 ottobre 2016 e aperta fino al 12 marzo 2017.

10. Thomas Bayrle, Flying Home, Aeroporto di Torino

Lo scalo torinese è l’inedito palcoscenico con il quale l’artista tedesco Thomas Bayrle sperimenta nuovi spazi per pubblici diversi. Bayrle sceglie l’area ritiro bagagli per trasformarla in un inaspettato e stimolante spazio espositivo denso di messaggi.

Thomas Bayrle è considerato il pioniere del movimento Pop tedesco. Anticipatore del linguaggio digitale prima che questo potesse essere immaginato.

11. Robert Rauschenberg, Tate Modern, Londra

Una vera occasione dal non perdere: In collaborazione con il MoMA di New York e il nuovo SFMoMA di San Francisco, la Tate Modern di Londra riscopre la carriera di uno degli artisti americani che ha cambiato il volto dell’arte del ventesimo secolo.

Si tratta della più importante esibizione delle opere di Robert Rauschenberg negli ultimi 35 anni. Robert Rauschenberg è stato un pittore, scultore, incisore e fotografo statunitense, tra i principali interpreti della Pop Art.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.