Covid ultime 24h
casi +21.273
deceduti +128
tamponi +182.032
terapie intensive +80

La storia dietro la foto simbolo della strage di Las Vegas

Di Andrea Lanzetta
Pubblicato il 6 Ott. 2017 alle 08:24 Aggiornato il 6 Ott. 2017 alle 15:08
780

Matthew Cobos è un soldato statunitense che la sera del 1 ottobre si trovava a Las Vegas ad assistere al 91 Route Harvest festival, proprio mentre il pensionato 64enne Stephen Paddock apriva il fuoco contro la folla, uccidendo 58 persone e ferendone oltre 527.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come 

Cobos è il ragazzo biondo che si può riconoscere proteggere con il proprio corpo quello di una ragazza in una delle foto di David Becker, il fotografo di Getty che ha ritratto, senza saperlo, i momenti della strage di Las Vegas.

Il fotografo Becker ha riferito che Cobos, dopo aver rassicurato la ragazza distesa a terra, si è rialzato e ha accompagnato la giovane in un luogo sicuro.

In seguito, Cobos è tornato indietro, sul luogo della strage, per prestare soccorso ad altre persone rimaste ferite.

Il giovane è attualmente in servizio presso l’esercito statunitense a Honolulu, nelle isole Hawaii, in qualità di “Cavalry scout”, letteralmente esploratore di cavalleria, un ruolo che prevede compiti di ricognizione e sicurezza e definito dai militari degli Stati Uniti come “gli occhi e le orecchie” dell’esercito.

780
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.