Covid ultime 24h
casi +31.084
deceduti +199
tamponi +215.085
terapie intensive +95

Dentro un istituto per il trattamento delle tossicodipendenze in Campania

Il fotografo Armando Di Lorenzo ha realizzato alcuni ritratti in un istituto per il trattamento delle tossicodipendenze, tra storie di droga, illegalità e redenzione

Di TPI
Pubblicato il 1 Feb. 2016 alle 14:10 Aggiornato il 1 Feb. 2018 alle 12:26
32

Il reportage fotografico di Armando Di Lorenzo, composto di ritratti in bianco e nero, rappresenta un viaggio all’interno dell’Istituto di Custodia Attenuata per il Trattamento delle Tossicodipendenze di Eboli, tra storie di droga, illegalità e redenzione.

L’Istituto accoglie mediamente circa 50 detenuti di età compresa tra i 19 e 45 anni, tossicodipendenti e/o alcoldipendenti provenienti dalla Campania con un basso indice di pericolosità sociale.

Il tema del reportage è proprio il reinserimento sociale dei detenuti dell’Istituto, ragazzi che quotidianamente portano avanti un percorso di recupero psicofisico al fine di instaurare un rapporto di reciproca fiducia con le Istituzioni.

L’obiettivo dell’Istituto di Eboli, documentato in questo reportage, è far sì attraverso colloqui terapeutici, ma soprattutto con attività creative e lavorative quotidiane, i detenuti possano essere nelle condizioni, una volta scontata la propria pena, di confrontarsi dignitosamente con la società.

32
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.