Covid ultime 24h
casi +21.273
deceduti +128
tamponi +182.032
terapie intensive +80

Il fenomeno del mega-party per gay e lesbiche che si sta diffondendo negli Stati Uniti

Sono inviati anche gli eterosessuali, che però pagano un prezzo maggiorato. Gli organizzatori puntano a esportarlo anche in altri paesi

Di Francesca Loffari
Pubblicato il 22 Nov. 2017 alle 14:35 Aggiornato il 22 Nov. 2017 alle 14:37
192

Si chiama GUSH ed è il nuovo concetto di party rivolto alla comunità gay-lesbo degli Stati Uniti, nato da un’idea di Angela Dimayuga, ex capo esecutivo della Mission Chinese Food, una catena di ristoranti cinesi, e di Pati Hertling, avvocato di giorno e organizzatore di eventi di notte.

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

GUSH è un party a tema, organizzato ogni mese, che mira a creare uno spazio di divertimento principalmente dedicato a gay e lesbiche, che pagano infatti rispettivamente 10 e 5 dollari per partecipare all’evento, a fronte dei 75 richiesti agli eterosessuali.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Ad ogni evento GUSH partecipa un mix eterogeneo di ospiti, che approfittano dell’occasione anche per ampliare la propria rete di conoscenze.

Un post condiviso da WELCUM 2 GUSH💧WORLD (@gushofficial) in data:

Il termine GUSH nasce nel giugno 2017, dopo un viaggio in Islanda di Dimayuga. GUSH deriva infatti da geyser, una tipologia di sorgente di acqua bollente che crea delle colonne di acqua calda e vapore, tipica proprio dell’Islanda. Dimayuga è rimasta affascinata dall’apparenza fallica del geyser, che in realtà cela anche un’intrinseca sembianza femminile, che prende forma attraverso le nuvole d’acqua che schizzano verso l’alto. Inoltre, il suono della parola ricorda quello del termine “gay”.

La speranza della coppia di fondatori è quella di poter lanciare GUSH anche al di fuori gli Stati Uniti, in luoghi come Berlino o Città del Messico.

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop 

192
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.