Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:51
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home

Guarire il mal d’Africa

Immagine di copertina

Un reportage fotografico tra gli ospedali di Togo e Benin

È una guerra, ma non si può vincere: conta solo sopravvivere. Si combatte ogni giorno negli ospedali del Fatebenefratelli di Afagnan e Tanguiéta, in Togo e nel Benin, in Africa occidentale.

Le strutture sanitarie sono state costruite sul finire degli anni Sessanta e oggi sono avamposti della salute che sfidano malattie e infermità, ma anche profonde resistenze culturali.

Il fotoreporter italiano Matteo Biatta ha trascorso quasi un mese nei due ospedali nel 2014, per documentare il lavoro dei medici, la degenza dei pazienti e la presenza delle famiglie accanto ai malati.

Il risultato è il foto-racconto di un mondo di frontiera: ogni immagine è un’impronta di vita afferrata e difesa con forza tra le insidie della fame, della malattia, della miseria.

L’ospedale di Afagnan ospita 270 posti letto e ha reparti di chirurgia generale, traumatologia, medicina generale, pediatria e ginecologia.

Quello di Tanguiéta dispone di 280 posti letto, è stato riconosciuto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come modello per la formazione di équipe sanitarie nell’area e dal 2005 è ospedale universitario convenzionato con l’Università di Parakou.

L’ospedale di Tanguiéta serve una popolazione di centomila abitanti: sono migliaia i ricoveri, gli interventi e le prestazioni ambulatoriali realizzati ogni anno, e periodiche le campagne di vaccinazione contro tetano, poliomielite, morbillo e meningite.

L’ospedale è dotato di una rete di tredici dispensari di primo intervento e di un centro sanitario a Porga, una città nel nordovest del Benin.

Le immagini documentano le condizioni igieniche precarie in cui medici locali e volontari europei sono costretti a operare, e la persistenza di malattie debellate in Occidente da decenni, ma anche la serena sopportazione del dolore di molti pazienti.

Andrea Faini 

Ti potrebbe interessare
TV / Isola dei Famosi 2021, nomination: i nominati di oggi, 10 maggio
TV / Isola dei Famosi 2021, eliminati: chi è stato eliminato oggi
Esteri / Razzi di Hamas verso Gerusalemme, Israele bombarda Gaza: diversi morti
Ti potrebbe interessare
TV / Isola dei Famosi 2021, nomination: i nominati di oggi, 10 maggio
TV / Isola dei Famosi 2021, eliminati: chi è stato eliminato oggi
Esteri / Razzi di Hamas verso Gerusalemme, Israele bombarda Gaza: diversi morti
Esteri / Autismo, Elon Musk rivela: “Ho la sindrome di Asperger”
Cronaca / Latina, due giovani di 17 e 20 anni massacrano di botte un passante per “sfogarsi”
Cronaca / Ventimiglia, migrante aggredito in strada con spranghe e bastoni | VIDEO
Sport / Giro d’Italia 2021, partirono otto piccoli indiani… ne arrivò solo uno
Lotterie / Estrazione VinciCasa: i numeri vincenti estratti oggi 10 maggio 2021
Stasera in tv / Stasera in tv lunedì 10 maggio 2021, programmi e film: Chiamami ancora amore, Isola dei Famosi, Report
Cronaca / Resse e assembramenti per le scarpe della Lidl: supermercato di Milano preso d’assalto