Covid ultime 24h
casi +24.099
deceduti +814
tamponi +212.714
terapie intensive -30

L’occhio del drone su Istanbul

Un fotografo turco racconta con le sue immagini una città diversa, che si piega sotto lo sguardo dell'osservatore, e esplora nuove dimensioni

Di TPI
Pubblicato il 1 Apr. 2016 alle 13:31
0

Aydın Büyüktaş è un fotografo turco, nato ad Ankara nel 1972 e residente attualmente nella vibrante Istanbul, che ha deciso di avvalersi della tecnologia dei droni, e della sua esperienza con gli effetti visivi, per proporre immagini del tutto nuove della città sul Bosforo.

Il progetto Flatland – ispirato, racconta l’autore, dal libro di Edwin Abbat “Flatland: A Romance of Many Dimensions” (1884) – offre angolazioni inedite, soprendenti e vertiginose, e propone una nuova dimensione dello spazio.

Si tratta di uno spazio che si piega, come nel film Inception (2010), sotto lo sguardo dell’osservatore, e diventa multidimensionale. Istanbul cambia, negli scatti di Büyüktaş e diventa una città diversa, malleabile e mutevole, ma sempre bellissima.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.