Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

Cosa resta del Messico dopo il settembre nero dei terremoti

Tre forti terremoti hanno colpito il paese provocando quasi 400 morti e danni a oltre 3mila edifici. Le foto

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 23 Set. 2017 alle 17:00 Aggiornato il 23 Set. 2017 alle 21:10
3

Il 19 settembre il Messico è stato colpito da un altro forte terremoto di magnitudo 7.1 che ha provocato la morte di almeno 293 persone. Il sisma ha causato gravi danni ad almeno 3mila edifici.

Il terremoto è avvenuto il giorno dell’anniversario del terribile terremoto di magnitudo 8.0 che colpì il paese il 19 settembre del 1985, causando la morte di almeno 5mila persone.

Un’altra scossa di magnitudo 6.2 ha colpito il sud del Messico sabato 23 settembre 2017. È la terza significante scossa questo mese. L’epicentro è stato registrato nello stato meridionale di Oaxaca, a 32 chilometri di profondità, secondo quanto dichiarato dall’Istituto di sismologia statunitense.

Oltre alla scossa di oggi, sabato 23 settembre, e a quella del 19, lo scorso 7 settembre il Messico era stato colpito da un forte terremoto di magnitudo 8.1, registrato al largo delle coste messicane. Quel sisma aveva provocato quasi 100  vittime.

Ecco le immagini di ciò che resta e delle persone che scavano da giorni senza sosta per salvare le persone che ancora sono rimaste intrappolate sotto le macerie.

3
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.