Covid ultime 24h
casi +21.273
deceduti +128
tamponi +182.032
terapie intensive +80

Il blitz della polizia francese a Saint-Denis

La polizia ha arrestato 7 persone dopo aver fatto irruzione in un appartamento a Saint-Denis, nord di Parigi. Una donna si è fatta esplodere. Cinque poliziotti feriti

Di TPI
Pubblicato il 18 Nov. 2015 alle 09:36
0

Il 18 novembre la polizia francese ha compiuto una retata, ora terminata, al numero 8 di rue du Corbillon nel sobborgo parigino di Saint-Denis, non lontano dallo Stade de France, uno dei luoghi colpiti dagli attentati del 13 novembre.

L’obiettivo della retata, secondo quanto reso noto dai media francesi, sarebbe stato il cittadino belga di origini marocchine Abdelhamid Abaaoud, considerato una delle menti degli attentati di Parigi, ma non ci sono state conferme della polizia in merito.

Le autorità hanno arrestato 7 sospetti, mentre una donna si sarebbe fatta saltare in aria provocando la propria morte, oltre a quella di altre due persone. Un altro uomo sarebbe stato ucciso dalla polizia durante l’assalto.

Cinque agenti di polizia sono stati lievemente feriti negli scontri a fuoco iniziati alle 4:30 di notte circa. Un cane della polizia morto.

SEGUI LA DIRETTA DA PARIGI — 

AGGIORNAMENTI 

– A mezzogiorno la polizia ha fatto irruzione in una chiesa di Saint-Denis, ma non è ancora chiaro quale sia il motivo

– Una fonte della polizia ha affermato che la retata sarebbe stata compiuta “giusto in tempo” perché i soggetti coinvolti sarebbero stati in procinto di iniziare “un qualche tipo di operazione”

– L’agenzia francese Afp ha annunciato intorno alle 11.30 che il raid a Saint-Denis sarebbe terminato

– L’operazione a Saint-Denis è iniziata perché sarebbe stata fatta una segnalazione in merito a un attacco pianificato nel quartiere finanziario della Defense a Parigi

– Le autorità hanno confermato di aver ucciso un secondo sospetto, che secondo la polizia era ricercato perché potrebbe essere direttamente collegato con gli attentati di venerdì 13 novembre 

COSA SAPPIAMO FINORA 

– La polizia ha preso di mira un appartamento in Rue du Corbillon, nel sobborgo di Saint Denis, a nord di Parigi. Non è distante dallo stade de France, uno dei luoghi degli attentati di venerdì 13 novembre.

– Le autorità hanno fatto irruzione nell’appartamento, una donna si è fatta saltare in aria, causando la sua stessa morte e quella di altre due persone. La polizia avrebbe ucciso anche un secondo sospetto.

– Ci sono stati scontri a fuoco, iniziati circa alle 4:30 del mattino. Alle 7:30 del mattino ci sarebbero stati moltissimi poliziotti nell’area, ma non più spari ed esplosioni. 

– Arrestate almeno 7 persone, tre nell’appartamento e altre due persone – un uomo e una donna – vicino all’appartamento. Le loro identità non sono ancora note. Almeno cinque poliziotti sarebbe rimasti lievemente feriti nello scontro a fuoco.

– Le strade sono state chiuse. Sono arrivati militari a supporto della polizia. 

– I residenti di Saint-Denis sono stati avvertiti di rimanere a casa e lontani dalle finestre. Alcuni sono stati portati altrove. 

– I trasporti da e per Saint-Denis sarebbero stati in parte sospesi e scuole e università oggi, mercoledì 18 novembre, resteranno chiuse.

Il presidente francese Hollande sta tenendo un incontro d’emergenza all’Eliseo con il primo ministro, il ministro degli Interni, della Difesa, degli Esteri e della Giustizia.

NON È ANCORA CHIARO SE 

Non è ancora certo se l’obiettivo della retata fosse effettivamente quello che è stato definito dagli inquirenti l’ideatore degli attentati di Parigi, il cittadino belga di origini marocchine Abdelhamid Abaaoud.

LA STORIA 

All’alba, quando la retata ha avuto inizio, si sarebbero sentiti diversi spari, e il quartiere è rimasto blindato dalla polizia per diverse ore.

Una donna che si trovava nell’appartamento al centro della retata delle forze dell’ordine si sarebbe fatta saltare in aria con una cintura esplosiva, uccidendo due persone oltre a lei, mentre ci sarebbero tre arresti. Altre quattro persone, inoltre, sarebbero state arrestate sempre nel quartiere.

Cinque membri delle forze dell’ordine sarebbero rimasti feriti nel corso della retata, in cui sarebbe rimasto ucciso anche un cane della polizia.

Non è chiaro se Abaaoud si trovasse o meno negli appartamenti al centro della retata. Alcuni media avrebbero riferito che l’uomo sarebbe stato arrestato, ma non ci sono conferme a riguardo.

Nei giorni scorsi diversi media avevano riportato che Abaaoud poteva essere fuggito in Siria, mentre il New York Times aveva reso noto che alcuni mesi fa era stato l’obiettivo di alcuni raid aerei occidentali nei territori controllati dal sedicente Stato Islamico.

Non è chiaro se Abaaoud sia il nono uomo che ha preso parte agli attentati di Parigi di cui il 17 novembre ha parlato la polizia francese e che sarebbe oggi in fuga. L’altro attentatore in fuga invece è Salah Abdeslam, anche lui cittadino belga, che al momento è ricercato in tutta Europa.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.