Covid ultime 24h
casi +21.994
deceduti +221
tamponi +174.398
terapie intensive +127

Cosa ci fanno tre autobus in posizione verticale davanti alla Porta di Brandeburgo, a Berlino

Di Sara Ahmed
Pubblicato il 12 Nov. 2017 alle 15:35 Aggiornato il 12 Nov. 2017 alle 17:02
187

Davanti alla Porta di Brandeburgo, a Berlino, l’artista siriano Manaf Halbouni ha istallato tre autobus disposti in modo verticale per ricordare il dramma della città siriana di Aleppo.

L’artista ha spiegato che gli autobus venivano usati come barricate contro i cecchini durante la guerra in Siria. 

“La gente era divisa dagli autobus. Da una parte la gente continuava a vivere normalmente, dall’altra c’era la guerra. Mi è sembrato un potente simbolo di vita”, ha spiegato l’artista. 

Come riporta un articolo di Al Arabiya del 2014, gli autobus, ormai distrutti dalla guerra, avevano diviso la città di Aleppo in due. 

Dal 2012, la città siriana è stata coinvolta nella guerra civile che ha portato alla divisione della città tra una parte occidentale (Aleppo Ovest) e una parte orientale (Aleppo Est). A est c’erano i ribelli che combattevano contro Assad, la parte ovest era invece sotto il controllo del regime. 

Nel mese di dicembre del 2016 le forze governative hanno riconquistato interamente la città siriana contesa tra regime e ribelli. 

L’opera era stata precedentemente istallata nella città tedesca di Dresda. Come ha spiegato l’artista, il bombardamento di Dresda durante la seconda guerra mondiale è ricordato come uno degli accadimenti più tragici del conflitto.

Alcuni membri dell’estrema destra hanno però danneggiato l’opera istallata dall’artista siriano davanti la Porta di Brandeburgo. A causa di ciò l’istallazione è stata nuovamente spostata nella città di Dresda.

187
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.