Me

Si sveglia ogni giorno pensando che sia l’11 giugno: il terribile caso di una ragazza di 16 anni

Il trauma dopo un incidente a un ballo: la cheerleader è stata presa a calci in testa ed è finita in ospedale

Di Maria Teresa Camarda
Pubblicato il 12 Set. 2019 alle 09:38 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 09:40
Immagine di copertina

Ogni giorno si sveglia e pensa sia l’11 giugno

Per Riley Horner, ex cheerleader di 16 anni dell’Illinois, è sempre l’11 giugno. Ogni mattina si sveglia pensando che debba iniziare sempre lo stesso giorno: quello in cui ha subito un’orribile lesione cerebrale. È successo dopo un ballo, dove Riley è stata accidentalmente presa a calci in testa. La ragazza è finita in ospedale e da allora è iniziato l’incubo perché, per il trauma, è rimasta senza memoria a breve termine.

Da allora, la sedicenne, che vive con la famiglia a Monmouth, non è più stata in grado di ricordare che giorno è. E ha riportato gravi danni anche alla memoria a brevissimo termine: dimentica persino quello che stava facendo poche ore prima. Al quotidiano online statunitense Wqad ha raccontato: “Ho un calendario sulla porta e quando lo guardo e vedo che è settembre penso sempre ‘wow!'”.

Riley e la sua famiglia sono alla disperata ricerca di risposte. Perché anche i medici sono rimasti sconcertati. “Ci dicono che non c’è niente che non va dal punto di vista medico”, ha raccontato, sconvolta, la madre di Riley, Sarah Horner. “Non riescono a vedere nulla. Non si vedono commozioni cerebrali né sulle risonanze magnetiche né sulle TAC. Non c’è emorragia cerebrale, non c’è tumore”. Insomma, un mistero.

Proprio come in un film, ma è la realtà

Proprio come nel film “50 volte il primo bacio” con con Adam Sandler e Drew Barrymore. Basato su una storia vera, racconta di una ragazza che, dopo un incidente d’auto, dormendo dimentica tutto quello che è avvenuto perché la sua memoria a breve termine è danneggiata.

Nel film, Drew Barrymore fino all’ultimo non sa qual è la sua condizione reale, mentre Riley Horner ne è pienamente consapevole. E ha trovato dei modi per sopravvivere. L’ex cheerleader deve costantemente scrivere le cose che le accadono su un quaderno per orientarsi nella sua vita di ogni giorno e scatta tante foto col suo smartphone in modo da ricordare anche le cose basilari, come, per esempio, dove si trova il suo armadietto.

E le sue condizioni significano anche che non ha ricordi dei grandi eventi familiari. “Mio fratello è morto la settimana scorsa e probabilmente lei non ne ha idea”, ha spiegato la madre di Riley a Wqad.

La famiglia di Riley, la ragazza rimasta senza memoria, teme per il suo futuro dopo essere stata avvertita che il danno alla memoria a breve termine potrebbe essere un problema permanente.” Abbiamo bisogno di aiuto. Abbiamo bisogno di qualcuno che ne sappia un po’ di più, perché nostra figlia merita di meglio”, è l’appello di Sarah.

Cheerleader sbranata da un branco di cani. “Era rientrata per prendere la borsa”